Microsoft rilascia OneNote per Mac e lo rende gratuito per un periodo di tempo limitato [Video]

Gli utenti che utilizzano sistemi Microsoft Windows hanno probabilmente avuto a che fare con il software OneNote introdotto per la prima volta in Microsoft Office 2003 e rinnovato successivamente in Microsoft Office 2007. Per coloro che invece utilizzano sistemi Apple, è in arrivo una buona notizia: Microsoft non solo ha rilasciato la versione Mac del popolare software, ma questa è addirittura freeware per un periodo di tempo limitato.

onenote

Microsoft OneNote è di fatto un blocco note digitale. Concepito per radunare informazioni provenienti da altri programmi o da internet, insieme a quelle scritte dall’utente, ha una struttura estremamente flessibile, che consente una grande libertà di lavoro. I dati sono contenuti in quaderni, che sono divisi in schede, a loro volta divise in pagine. Ognuna di queste parti è collegata con le altre in una rete di informazioni e può essere copiata o spostata da un quaderno all’altro con un solo clic.

Ciò che appare veramente utile è la possibilità di avere accesso ai propri appunti da device differenti in modo da non restare mai senza e riuscire a scrivere nero su bianco eventuali colpi di genio.

Potremo ad esempio tenere una lista della spesa sempre aggiornata depennando man mano gli acquisti effettuati avendo la certezza che questa sia sempre sincronizzata e aggiornata.

Immagine per Microsoft OneNote

Microsoft OneNote

Microsoft Corporation
Gratuiti

A fini lavorativi è possibile condividere le proprie idee col proprio team di lavoro e addirittura effettuare vere e proprie analisi di mercato decidendo come ottimizzare determinati acquisti e tanto altro ancora.

Vi farete convince dall’offerta gratuita e proverete OneNote, oppure continuerete ad usare i sistemi che già adoperate?

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: