Apple affronta il problema del rilevamento delle commozioni cerebrali nella sua campagna ”Your Verse”

La tecnologia è ormai parte integrante della vita di ogni utente. Benché i livelli di coinvolgimento possano essere diversi, la maggior parte delle persone ha a che fare con device tecnologici durante la propria routine. Tale estensione arriva a coinvolgere la medicina, come il caso del kit di oftalmologia per iPhone o l’app per chiedere consiglio ad un team esperto di medici. Anche lo sport non è indifferente a questa evoluzione e al fine di tutelare la salute degli sportivi, Apple promuove e aggiorna la sua campagna “Your Verse” per il controllo delle commozioni cerebrali.

sport

Apple ha dedicato una pagina alla campagna “Your Verse”, iniziata con la pubblicità dell’iPad Air, il senso di questa campagna è che ognuno ha una storia da raccontare, ‘un verso’ da scrivere e condividere. Ora questa pagina viene aggiornata ed arricchita con nuove storie di atleti e squadre che utilizzano l’iPad per tenere sotto controllo la loro salute in seguito a incidenti sportivi.

Danni come le commozioni cerebrali, ad esempio, non sono facilmente rilevabili attraverso apparecchiature e necessitano di test cognitivi. Grazie alle potenzialità dei device Apple uniti alle innovazioni di aziende come C3 Logix, sarà possibile confrontare le condizioni di salute del giocatore prima e dopo l’incidente, individuando così eventuali commozioni cerebrali e di conseguenza salvando vite.

I test coinvolgono una varietà di aspetti: si possono sfruttare ad esempio l’accelerometro e il giroscopio di iPad al fine di testare l’equilibrio dell’utente.

Questo tipo di soluzioni non è nuova al mercato, ad esempio l’istituto Notre Dame ha utilizzato device Apple fin dall’anno scorso e la lega NFL ha fornito le squadre sportive di iPad per rilevare i test.

Via |9to5mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: