iOS sempre meno utilizzato in Italia: superato di gran lunga da Android ed anche Windows Phone

Sulla scia delle statistiche di vendita che ultimamente dilagano nel web a seguito dei primi risultati finanziari di Apple, una recente ricerca effettuata da Kantar Worldpanel evidenzia come, nel periodo Gennaio-Marzo, Apple abbia riconquistato una fetta del mercato di paesi come Spagna, Giappone e Australia grazie alle vendite di iPhone 5s.

compa

A differenza dei risultati positivi ottenuti nei paesi sopra citati da Apple, altri brand come Microsoft subiscono un inizio anno non molto positivo. Probabilmente la difficile partenza è da ricercare nel confronto che il device Nokia entry level ha dovuto sostenere con i device economici di Samsung, Lg e Motorola.

kantar_march_smartphone_sales

Come mostrato dal grafico, mentre in paesi come il Giappone il sistema operativo Apple diviene più popolare dell’8.6 %, se comparato ai dati rilevati lo stesso periodo dell’anno scorso, pare che iOS perda 7.8 punti di gradimento in paesi come gli Stati Uniti.

Il dato non pare comunque anomalo o preoccupante poiché negli anni precedenti l’utenza statunitense ha dimostrato di gradire più le full release che i prodotti intermedi, dovremo quindi attendere l’uscita di iPhone 6 per capire l’evoluzione del mercato statunitense.

E’ di rilievo però il successo dei prodotti di Cupertino nel mercato nipponico considerando la proverbiale ostilità dei giapponesi all’uso degli smartphone occidentali. Pare che inoltre che il crescente tasso di gradimento si riversi anche su iPad poiché circa un quarto dei possessori giapponesi di iPhone possiede anche un iPad.

Anche in Australia il fenomeno iOS pare essere in salita mentre nella nostra Italia dilaga l’utilizzo di Android. Sarà colpa della crisi?

Via | Macrumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: