Le azioni di Apple superano i $600 per la prima volta dal 2012

Come la storia ci insegna, il mercato azionario si comporta spesso come un ecosistema a se stante con variazioni spesso di natura imprevedibile. Parlando di questo tema, gli azionisti e i fan dell’azienda di Cupertino saranno felici di sapere che grazie ai nuovi prodotti attesi per questo autunno e al nuovo sistema di frazionamento azionario, i titoli di Apple superano i $600, evento che non si ripeteva sin dal lancio di iPhone 5 nel 2012.

apple

L’evento pare preannunciare un periodo particolarmente florido per Apple. L’azienda, in fin dei conti, ha spesso beneficiato dei favori della borsa in questo periodo dell’anno poiché in alcuni mercati, come quello statunitense, gli utenti prediligono prodotti nuovi più che device di transito (come ad esempio iPhone 5s).

Il traguardo è stato raggiunto in circa tre giorni, periodo in cui  AAPL è salita di 76,21 dollari superando i $600 per la prima volta da ottobre 2012.

178721

L’aumento di valore è probabilmente una conseguenza naturale se si pensa che il fatturato di Apple ha superato i due miliardi di dollari nell’ultimo trimestre, cifra che pare esorbitante anche per aziende come quella di Cupertino.

Di sicuro rilievo è anche il nuovo programma di riacquisto delle azioni mediante un nuovo metodo frazionario che entrerà in vigore dal mese prossimo. Secondo il nuovo metodo, un investitore ipotetico che vuole investire circa mille dollari potrà ora acquistare 11 azioni Apple, differentemente dalla situazione attuale in cui potrebbe acquistarne soltanto una.

Considerando anche la forte attesa generate dai futuri device come iWatch, riuscirà Apple a battere il suo record storico stabilito il 21 settembre 2012 di $702?

Via | iClarified

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: