5 falsi miti sulla ricarica della batteria [Video]

Come abbiamo spesso detto, la durata della batteria dei propri device è diventata una piaga che accomuna tutti i possessori di smartphone indipendentemente dal brand di produzione. Tale è il disagio degli utenti che alcune catene come Starbucks hanno implementato delle vere e proprie charging area (in questo caso addirittura wireless) su alcuni tavoli dei loro shop. Per quanto riguarda la ricarica della batteria, vi sono numerosi miti in giro per cui è meglio sfatarne alcuni.

batter

Questi falsi miti ci vengono segnalati dal portale Mashable. Nonostante questi siano di natura corretta, nel caso siate interessati a consigli più dettagliati potrebbe interessarvi una nostra pubblicazione passata dedicata.

ZipQpnK

Mito 1: i caricabatteria di altri brand distruggono la batteria

La verità è che quelli che vengono definiti caricabatteria off-brand, anche se non ottimali, non danneggiano il dispositivo.

I prodotti che si dovrebbero evitare sono quelli estremamente economici che rientrano nella categoria del falso/contraffatto. Alcune aziende come BelkinKMS producono infatti prodotti validissimi.

Su Lifehacker è stato condotto un esperimento che metteva in competizione un caricabatteria ufficiale, uno off-brand e uno falso.

L’off-brand, anche non raggiungendo le prestazione del prodotto originale ha comunque svolto il suo lavoro in modo ottimale, mentre il prodotto falso ha malapena terminato il suo lavoro.

Mito 2: non dovreste usare il vostro device durante la ricarica

La verità è che potete usare liberamente il vostro device in carica, avendo cura di non usare i su citati falsi.

Ci sono alcune leggende metropolitane aldilà di questo mito. In molti credono che nell’utilizzare il proprio device mentre è in carica si rischi di rimanere elettrizzati o che il device possa addirittura esplodere. Eventi di questo tipo sono realmente accaduti come a Ma Ailun nel 2013. Il report dell’incidente dice però che la malcapitata stava utilizzando un caricatore prodotto da terzi.

Quindi nel caso in cui utilizziate caricabatteria originali o comunque certificati dovreste essere al sicuro.

Mito 3: lasciare il cellulare in carica tutta la notte danneggia la batteria

I nostri device sono più intelligenti di quanto pensiamo. Una volta lasciato in carica più del dovuto, infatti, il dispositivo non assorbe più energia se non fino alla completa carica.

Questo non vuol dire però che dovete lasciare in carica il vostro device tutta la notte tutte le notti. In fin dei conti, riempireste d’acqua continuamente un bicchiere che è già pieno? La vita della vostra batteria si prolungherà se la lasciate il livello di carica tra il 40% e l’80%

Mito 4: non hai bisogno di spegnere il tuo device

La verità è che i vostri device sono sì delle macchine, ma hanno bisogno anche loro di una piccola pausa. Un Apple Genius ha affermato che al fine di massimizzare la durata della batteria di un device lo si dovrebbe spegnere di tanto in tanto, soprattutto nei momenti in cui non lo si utilizza come la notte.

Gli esperti Apple in generale dicono che bisognerebbe spegnere il proprio device almeno una volta alla settimana. Tale provvedimento vale anche per i dispositivi Android.

Mito 5: non caricare il tuo device a meno che la batteria non sia completamente scarica

La verità è che è meglio caricare il proprio cellulare di tanto in tanto invece che una sola volta con una carica completa.

Le batterie agli ioni di litio, come quelle utilizzate nei device Apple e Samsung, rendono meglio se cariche e non è quindi consigliabile prosciugare la carica del dispositivo fino all’esaurimento. Le batterie dei device hanno un numero finito di ricariche, portare il dispositivo allo spegnimento riduce ogni volta il numero di questi cicli.

Consiglio Bonus: il calore è il peggior nemico di una batteria

Questo è assolutamente vero, il calore e la tecnologia non sono mai andati particolarmente d’accordo. Anche temperature estremamente basse però compromettono la vita della batteria di un device. Gli esperti Apple affermano che la temperatura ideale di un iPhone è di 32 gradi Fahrenheit, mentre alcuni tecnici Samsung affermano che il loro dispositivo può sopravvivere tra i 4 e i 122 gradi.

Sarà per questo che all’uscita di Galaxy S 5 la prima cosa che hanno fatto tutti è stato bollire lo smartphone?

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: