Apple pubblica annunci di lavoro per l’espansione il supporto linguistico di Siri

Uno dei prossimi sviluppi previsti nel planning di Apple riguarda l’assistente vocale Siri e in particolare il suo supporto linguistico. Considerando che non è poi passato molto dalla WWDC del 2 Giugno, si prevede che tali sviluppi non giungano per l’avvento effettivo iOS 8, ma Apple ha comunque pubblicato una lista di annunci di lavoro indirizzati ad esperti linguisti con spiccate capacità di sviluppo software.

siri

Attualmente l’assistente vocale Apple parla inglese, francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, mandarino e spagnolo.

sirilanguages

Nel progetto di espansione al supporto linguistico rientreranno lingue quali thai, mandarino, cantonese, inglese britannico, giapponese, arabo, russo, olandese, svedese, danese, turco, norvegese, inglese australiano e portoghese brasiliano.

job

Secondo gli annunci di lavoro, Apple è in cerca di ingegneri che abbiano fluenti capacità linguistiche in giapponese, norvegese, turco, danese, inglese australiano, arabo, portoghese brasiliano, svedese, olandese, tailandese, russo, inglese britannico, e cantonese. Nell’annuncio di lavoro spicca una sezione dedicata allo scopo che il team di lavoro si prefigge:

Venite a far parte del team che insegna a Siri come capire e parlare nuove lingue. Siamo un gruppo estremamente eterogeneo e appassionato dedicato a portare il futuro degli assistenti intelligenti nel mondo presente.

Nonostante questi cambiamenti siano previsti non prima di iOS 8.1 (qualcuno afferma anche iOS 9), Siri mostrerà comunque l’integrazione di nuove funzioni come l’attivazione vocale hands-free “Ehi, Siri”, il riconoscimento vocale e l’integrazione con Shazam per la ricerca musicale.

Via | Macrumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: