Apple annuncia importanti aggiornamenti in iTunes U

Apple ha annunciato degli aggiornamenti in iTunes U: ora studenti e insegnanti possono contare su nuovi, fantastici strumenti per creare e utilizzare contenuti didattici sull’iPad. A partire dall’8 luglio, gli insegnanti che usano l’app iTunes U gratuita potranno, per la prima volta, creare, modificare e gestire interi corsi direttamente sull’iPad, mentre gli studenti potranno collaborare in nuovi modi innovativi, per esempio avviando discussioni di classe e facendo domande direttamente dall’iPad.

itunes-u

“L’istruzione è da sempre al centro del DNA di Apple, e iTunes U è una risorsa inestimabile per insegnanti e studenti,” ha dichiarato Eddy Cue, Senior Vice President Internet Software and Services di Apple. “iTunes U offre una straordinaria selezione di materiali didattici per gli utenti in ogni parte del mondo. Ora, con la possibilità di gestire e condividere in modo ottimale i contenuti didattici, l’apprendimento diventa ancora più personalizzato sull’iPad.”

Con i nuovi aggiornamenti in-app per iTunes U, gli insegnanti possono creare interi corsi sull’iPad, aggiungendo contenuti e materiali didattici direttamente da iWork, iBooks Author o una delle oltre 75.000 app didattiche disponibili per l’iPad. Grazie alla fotocamera integrata, gli insegnanti possono anche scattare foto e registrare video per integrare contenuti reali nei loro corsi rendendo così disponibili per gli studenti materiali più rilevanti in un istante.

“iTunes U è lo strumento più potente con cui l’intera esperienza didattica prende vita sull’iPad,” ha affermato Fraser Speirs, Responsabile sistemi informatici e IT della Cedars School of Excellence, Scozia. “Gli insegnanti possono creare e organizzare i corsi direttamente sull’iPad, e concentrarsi maggiormente su come favorire la partecipazione degli studenti, il loro coinvolgimento e la condivisione.”

overview_works_together

Gli studenti che usano l’iPad e sono iscritti a corsi iTunes U privati potranno ora collaborare al meglio con i compagni di classe e gli insegnanti. Con la funzione Discussioni dell’app iTunes U, possono infatti seguire le discussioni di classe e partecipare a conversazioni su nuovi argomenti, oppure impostare notifiche push per ricevere avvisi quando iniziano discussioni su nuovi temi o quando vengono aggiunte risposte a quelli esistenti. Anche gli insegnanti possono partecipare ai forum, e persino moderare le discussioni rimuovendo eventuali messaggi o risposte non rilevanti.

“La funzione Discussioni in iTunes U offre la possibilità di migliorare la condivisione e la collaborazione fra tutti i nostri studenti,” ha dichiarato Larry Reiff, insegnante della Roslyn High School di New York. “iPad e iTunes U offrono ai ragazzi gli strumenti di cui necessitano per approfondire le loro conoscenze e dimostrare ciò che hanno imparato.”

iTunes U consente agli insegnanti di creare corsi completi di lezioni, compiti, libri, test e altro ancora per milioni di utenti iOS nel mondo. iTunes U offre il più ampio catalogo online di contenuti didattici gratuiti dai principali istituti scolastici e dalle più importanti organizzazioni, con oltre 750.000 materiali didattici disponibili nell’app iTunes U. Attualmente, migliaia di istituti scolastici ospitano più di 7.500 corsi pubblici e migliaia di corsi privati su materie quali arte, scienze, medicina e benessere, istruzione, imprenditorialità e altro.

Immagine per iTunes U

iTunes U

Apple Distribution International
Gratuiti

Gli insegnanti possono creare corsi iTunes U in 69 Paesi e mettere a disposizione i loro corsi e materiali didattici tramite l’app iTunes U in 155 Paesi. Oltre alle migliaia di materiali didattici iTunes U disponibili sull’iTunes Store, l’App Store offre ora più di 500.000 app sviluppate appositamente per l’iPad. E con l’app iBooks Author gratuita sul Mac App Store, insegnanti ed editori indipendenti in tutto il mondo hanno creato quasi 30.000 libri Multi-Touch.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: