Apple rinnova il suo impegno per la salvaguardia dell’ambiente

Proprio questa settimana abbiamo visto come Apple cerchi di costruire ed espandere i suoi locali e i suoi data center secondo il principio di basso impatto ambientale. Tale linea guida coinvolge anche gli Apple Store come il recentissimo Omotesando. Nel nuovo report sulla responsabilità ambientale, Cupertino conferma ancora una volta l’impegno finora dimostrato.

eco

L’ Environmental Responsibility Report, il rapporto annuale che mostra l’impatto di Apple e dei suoi prodotti sull’ambiente, è diventato un must sin dalla salita di Tim Cook al podio di Apple e coinvolge diverse tematiche come l’utilizzo di energie pulite e rinnovabili, il cambio climatico del pianeta e l’utilizzo di materiali ecologici. Tra i vari progressi elencati nel documento (visionabile al seguente link) emergono i seguenti dati:

  • Nonostante il consumo di energia sia aumentato del 44% tra il 2011 e il 2013, Apple ha ridotto l’emissione di gas serra del 31% nello stesso periodo.
  • 145 Store tra Stati Uniti e Australia sono completamente alimentati da energie rinnovabili.
  • Tutti i data center sono alimentati al 100% da energie rinnovabili.
  • Apple ha stanziato degli incentivi per far si che i suoi dipendenti utilizzino sempre meno le loro auto per raggiungere il luogo di lavoro in favore di autobus a biodiesel evitando emissioni di gas serra pari a quelle di 15.000 veicoli.

carbonfootprint

La fine del documento vede il coinvolgimento del prossimo campus Apple costruito all’insegna del rispetto ambientale, alimentato tramite energie rinnovabili e con un parco che si estende per 70 ettari, piste ciclabili e più di 7000 alberi. Infine Apple lancia quelle che sono le sue sfide per il futuro invogliando sia i partner che gli altri giganti della produzione ad avere cura dell’unico pianeta che abbiamo.

Via | Macrumors

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: