Centinaia di impiegati Beats disoccupati in seguito all’accordo con Apple

Uno degli affari più consistenti che hanno riempito la pagina della cronaca tecnologica è indubbiamente l’acquisto di Beats da parte di Apple. La finalizzazione dell’acquisizione volge ora a compimento, il primo Agosto era infatti stata data come data ultima per completare la transizione. Tale transizione vedrà diversi cambiamenti per gli impiegati di entrambe le aziende, ma pare che ora a rimetterci siano gli impiegati Beats.

Beats

Molti dei talenti che lavorano alla Beats vedranno ora i tetti di Cupertino come loro nuova sede operativa, ma il fatto preoccupante è che tale forza lavoro subirà un taglio del 40% durante la migrazione.

Questo dato si traduce con l’eliminazione di circa 200 posti di lavoro. Secondo un report del NY Post, Apple ha si inviato le sue proposte di lavoro agli impiegati Beats, ma molte di queste sono a tempo determinato e il fantasma della perdita del lavoro aleggia quindi tra i corridoi dell’azienda specializzata in cuffie.

I co-fondatori di Beats Jimmy Iovine e Andre Young, il capo del settore creativo Trent Reznor e i responsabili del settore musicale Luke Wood e Ian Rogers lavorano già all’interno degli stabilimenti Apple, ma si prevede che gli uffici Beats di Culver City, città famosa per essere stato il set di “Via col Vento”, resteranno aperti.

Via | CultOfMac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: