Apple e la diversità: il capo delle risorse umane Denise Young-Smith invia una email ai dipendenti

Quello sulla diversità della forza lavoro è un tema che di attualità indipendentemente dall’epoca storica in cui ci si trova. Soprattutto le grandi aziende come Apple sono esposte ad una visibilità maggiorata rispetto alla norma e sono quindi notevolmente più soggette ad eventuali critiche. Volendo ricordare ai dipendenti quanto la diversità non sia motivo di emarginazione in Apple, il capo delle Risorse Umane, Denis Young-Smith, invia una mail ai dipendenti.

diversità lavorativa

Il corpo della mail inviata da Young-Smith riassume quello che può essere letto in calce alla pagina delle opportunità lavorative sul sito ufficiale di Apple.

diversity

“We are committed to diversity” che potremmo tradurre come “Ci impegnamo nella diversità”. Questo il messaggio che il capo delle risorse umane di Cupertino vuole far passare tra le righe della sua email:

Team,

Tim ha dato via ad una conversazione su inclusione e diversità ad Apple. A prescindere dal nostro ruolo, si tratta di un argomento importante per tutti noi, per i nostri clienti e per coloro che pensano di lavorare per Apple.

Il feedback “In your voice” che abbiamo ricevuto ha rispettato le nostre aspettative: autentico, e rappresentativo della nostra diversità di pensiero e prospettive da tutto il mondo. E ne siamo grati.

Molti di voi hanno condiviso storie di come la cultura di inclusione di Apple abbia modificato il corso della vostra vita, sia professionalmente che personalmente: “Avevo oltre 55 anni quando venni assunto. Il mio manager guardò oltre la mia età e colore di capelli e mi vide per quel che ero: un individuo energico e volenteroso disposto ad affrontare la sfida Apple.” “Vengo premiato per il mio modo di pensare diversamente. Il mio punto di vista è apprezzato in questo ambiente, mentre nelle mie precedenti esperienze, il mio punto di vista sembrava qualcosa con cui gli altri avevano semplicemente a che fare.

Alcuni di voi hanno paragonato Apple alle Nazioni Unite, descrivendo di aver beneficiato quotidianamente di punti di vista internazionali. Ci avete detto dove Apple poteva migliorare. Avete detto che i vostri team e manager potevano fare di più per essere maggiormente inclusivi. Questo si manifesta spesso in modi velati – dalle parole che scegliamo, a come assumiamo, a come ci confrontiamo gli uni con gli altri. Portiamo con noi una vita di esperienze che ci rende unici, tuttavia colorano il modo in cui vediamo gli altri e il mondo intorno a noi. Possiamo tutti trarre vantaggio da una maggiore consapevolezza di come le nostre azioni influenzano gli altri.

Alcuni di voi hanno dichiarato di non sentirvi vicini come vorreste ai vostri colleghi o a iniziative che non sentite vostre. Volete anche sentire e avvicinarvi ai molti fantastici esempi che abbiamo nella nostra azienda. Queste sono aree su cui possiamo migliorare e lo faremo. Dobbiamo.

Crediamo fino in fondo che l’inclusione ispiri le nostre innovazioni. Come ha affermato un di voi, “La diversità è essenziale nel far sì che i nostri prodotti siamo adatti a tutta l’umanità. Quando i nostri team sono diversificati, realizziamo prodotti notevolmente migliori per il mondo”

Insieme a questo, sappiamo che dobbiamo dimostrare un impegno attivo verso l’inclusione nel nostro lavoro quotidiano per sfruttare la ricchezza della nostra diversità.

Continueremo questo e altri discorsi che portano avanti innovazione, inclusione e, mentre ci siamo: per lasciare un segno e fare del nostro meglio. Insieme.

Apprezziamo le vostre considerazioni ed idee mentre andiamo avanti.

Denise.

Via | 9to5mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: