”Gli orologiai svizzeri sono nei guai”: la recente affermazione di Jony Ive

Considerando la vastità di gamma prodotti che andrebbe a coprire, iWatch potrebbe essere una vera e propria spina nel fianco per diverse aziende appartenenti a settori diversi del mercato. Tra questi vi sono anche gli orologiai svizzeri i cui prodotti di fascia alta, secondo Jony Ive, non avranno un futuro facile.

jony ive

Il commento, per alcuni azzardato, di Ive ai suoi colleghi è stato reso noto da Nick Bilton al NewYork Times. Possiamo dire che Bilton abbia seguito dal principio la nascita di iWatch, già nel 2011 il giornalista ha infatti annunciato che Apple stava approcciando ai dispositivi indossabili. Nel 2013, invece, Bilton è stato uno dei primi a dare la notizia che un device da polso dotato di display curvo era in serbo nel cantiere di Cupertino.

Considerando che all’IFA di Berlino Samsung ha presentato il suo sesto dispositivo indossabile e che molti altri giganti della tecnologia stanno approcciando all’argomento wearable device pare normale come l’imminente arrivo del prodotto di Cupertino metta tutti all’erta.

Questo accadde soprattutto perché, considerando le assunzioni dell’ex manager della Tag Heuer (compagnia svizzera di orologi di lusso) Patrick Pruniaux,  Angela Ahrendts (ex amministratore delegato di Burberry) e Paul Deneve di Yves Saint Laurent; pare che Apple abbia puntato non poco sul suo device che, secondo Ive darà filo da torcere anche al settore orologeria.

Via | iDownloadBlog

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: