Tim Cook preannuncia nuovi step di sicurezza per iCloud in arrivo in seguito allo scandalo celebrità

Negli ultimi giorni, la notizia che un numero considerevole di foto di celebrità nude sia stato trafugato dagli account iCloud delle star di Hollywood ha destato allo stesso tempo la curiosità e la preoccupazione degli utenti. Nonostante ci siano diversi metodi per garantire la sicurezza della propria privacy, come un secondo step di verifica, Tim Cook preannuncia l’intensificazione della sicurezza nel Cloud.

icloud tim cook

Apple ha comunque negato l’attacco ad iCloud ipotizzando che gli hacker responsabili dell’accaduto abbiano indovinato le risposte alle domande di sicurezza delle celebrità. Nonostante questo disconoscimento di colpa, nei piani dell’azienda di Cupertino c’è l’aumento della sicurezza nei loro sistemi attraverso notifiche di attività sospette destinate direttamente all’utente intestatario dell’account.

Tali notifiche arriveranno all’utente tramite push e email nel caso in cui si stia cambiando la password dell’account o si stia provando a ripristinare i dati iCloud su un nuovo device. Anche quando un dispositivo accederà ad un account per la prima volta il sistema di push avviserà l’utente che un’attività insolita sta prendendo luogo scongiurando così spiacevoli incidenti.

Il sistema dovrebbe essere abilitato entro due settimane e porterebbe con se la possibilità di effettuare azioni correttive tempestive come il cambio della password.

Ovviamente la sicurezza non può essere assicurata solo dall’azienda e il CEO Cook invita gli utenti a rendere i propri dati di accesso complessi e ad abilitare i due step di sicurezza. Se anche voi volete rendere più sicuro il vostro account, seguite la nostra guida.

Via | iClarified

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: