Apple guadagnerà 15 centesimi ogni 100$ pagati tramite Apple Pay

Apple Pay è il nuovo sistema di pagamenti messo a punto dalla società di Cupertino che ci permetterà di sfruttare il nostro iPhone o l’Apple Watch per pagare istantaneamente qualsiasi transizione, bansandosi su un credito residuo iTunes oppure i circuiti Visa, Mastercard ed American Express. Il Financial Times ha pubblicato un articolo a riguardo, dal quale emergono altri dettagli.

apple-pay-official-hero

In particolare, Apple percepirà una commissione su ogni pagamento che porteremo a termine con questo sistema. Il guadagno della società sarà dello 0,15%, vale a dire 15 centesimi ogni 100$.

Si tratta di una commissione davvero altissima rispetto a quanto siano mai riusciti a strappare altri colossi come ad esempio Google. Immaginate un futuro, nemmeno troppo lontano, dove la quantità di pagamenti attraverso questo sistema sarà significativa, gli esperti dichiarano che Apple otterrà introiti davvero importanti.

Il sistema Apple Pay è ben visto da tutti, e le ragioni per le quali si è riusciti ad ottenere una commissione così alta stanno nella sicurezza e nel fatto che non viene introdotto un nuovo circuito di pagamento ma verranno utilizzati quelli esistenti, arricchendo quindi anche le società che aderiranno (VISA, Mastercard ed American Express per il momento).

Sul fattore sicurezza, ricordiamo che Apple ha aggiunto un nuovo chip chiamato Secure Element in cui vengono salvate in maniera criptata tutte le informazioni sui pagamenti, il cui accesso è regolato esclusivamente tramite il TouchID diventando di fatto altamente personale e sicuro.  Quando si aggiunge una carta di credito o debito in Apple Pay, il numero non viene archiviato né sul dispositivo né sui server Apple. Viene invece assegnato un codice univoco Device Account Number, crittografato e memorizzato in totale sicurezza nel Secure Element su iPhone o su Apple Watch. Ogni transazione è autorizzata tramite un codice univoco e valido una sola volta, utilizzando il Device Account Number personale; inoltre, anziché usare il codice di sicurezza sul retro della carta, Apple Paycrea un codice di sicurezza dinamico per convalidare ogni transazione.

apple-pay

Lo shopping online dalle app sull’iPhone è facile come un tap. Gli utenti possono pagare beni e servizi, inclusi abbigliamento, elettronica, prodotti per salute e benessere, biglietti e molto altro, con Touch ID. Per il pagamento basta un tocco, non serve compilare manualmente lunghi moduli o reinserire continuamente le informazioni per la spedizione e la fatturazione; inoltre, i dati della carta restano al sicuro e non vengono condivisi con il rivenditore online. Per esempio, è possibile ordinare rapidamente accessori per il barbecue dall’app Target, richiedere una corsa in taxi con Uber senza dover creare un account, o saltare la fila per il pranzo con Rapid Pick-Up e pagare in anticipo nell’app Panera Bread. Basta scegliere l’opzione preferita e, al momento del pagamento, usare Apple Pay per completare la transazione.A partire da ottobre, con iPhone 6 e iPhone 6 Plus, Apple Pay sarà disponibile negli USA come aggiornamento gratuito di iOS 8. Apple Payfunzionerà nei negozi con iPhone 6, iPhone 6 Plus e Apple Watch. Le API di Apple Pay saranno disponibili per gli sviluppatori in iOS 8, così potranno abilitare l’acquisto di beni direttamente dalle proprie app su iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: