iPhone 6 e il mercato nero: ecco la grave situazione a New York [Video]

Aspettare in fila davanti ad un Apple Store in attesa dell’uscita del nuovo modello di iPhone è ormai diventata una pratica diffusa in ogni parte del mondo. Si tratta sicuramente di un gesto “estremo”, a volte addirittura criticato, portato avanti da appassionati felici di trascorrere del tempo sperimentando questa nuova esperienza, facendo amicizia con gli altri ragazzi e ragazze in coda. Tuttavia, in questi ultimi anni, la situazione sembra essere cambiata drasticamente. Ecco quanto documentato da Casey Neistat, un famoso videoreporter molto attivo su Youtube.iphone6.mercato.neroIl reportage è girato interamente a New York, nei vari Apple Store presenti in città, durante l’ultima notte prima del tanto atteso lancio di iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Uno dei primi aspetti lampanti in questo video è la prevalenza di persone asiatiche in coda, tra cui donne anziane e madri insieme ai propri bambini, decise a trascorrere quest’ultima notte in attesa. E’ necessario anche l’intervento della polizia, a causa dell’elevatisismo numero di persone accampate a dormire sui marciapiedi, all’interno di sacchi dell’immondizia e scatole di cartone.

Alle 8 di mattina, le porte degli Apple Store si aprono ed iniziano le vendite: la maggior parte di questi uomini e donne cinesi effettuano i pagamenti utilizzando solo contanti, per poi consegnare gli iPhone appena acquistati ad alcuni personaggi presenti all’esterno degli Store. Questi dispositivi verranno molto probabilmente trasportati il Cina, per essere rivenduti a prezzi esorbitanti.

Il problema del mercato nero è sempre esistito, ma quest’anno il fenomeno è cresciuto considerevolmente, recando un grosso danno all’immagine di Apple. E’ dunque lecito aspettarsi grossi cambiamenti riguardanti i metodi di vendita dei futuri dispositivi messi in commercio, oppure l’azienda di Cupertino riuscirà ad arginare il problema in qualche altra maniera?

Ecco il reportage:

Via | 9to5mac

 

 

 

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: