Un report su Siri: l’assistente Apple causa più incidenti stradali rispetto ad altri sistemi

Secondo un recente report dell’American Automobil Club USA, i sistemi che vengono definiti hands-free farebbero tutt’altro che garantire una guida più sicura agli utenti. All’interno del report sono coinvolti principalmente gli assistenti di guida di varie case automobilistiche, ma parecchie parole poco positive sono state spese per Siri.

siri sistemi di guida assistitta

L’indagine dell’AAA coinvolge Ford, Mercedes, Hyundai, Chevrolet, Chrysler,Toyota e come detto l’assistente vocale Apple. Secondo una classifica appositamente stilata, Siri avrebbe un livello 4 di distrazione, grado che la porterebbe in cima alla classifica dei sistemi più pericolosi.

I dati sono stati rilevati osservando il movimenti di occhi e mani durante delle guide test. Siri è stato l’unico sistema di assistenza a causare 2 ipotetici incidenti. Il problema dell’assistente, non è l’interfaccia in se, ma il grado di coinvolgimento che Siri richiederebbe all’utente per essere utilizzata.

Per avere un’idea generica di cosa voglia dire un grado 4 di distrazione, ascoltare la radio ha un livello di distrazione pari a 1 mentre parlare al cellulare è pari a 2.

aaa-siri-test

Anche i sistemi integrati nelle auto non hanno avuto risultati molto soddisfacenti:

  • Chevrolet MyLink riceve un punteggio di 3,7
  • MyFord Touch un punteggio di 3
  • Mercedes COMAND 3,1
  • Hyundai Blue Link 2,2
  • Chrysler Uconnect rating 2.7

L’AAA tiene a specificare che i test sono stati tenuti con iPhone equipaggiato di iOS 7 e non di CarPlay, sistema da cui ci si aspetta un grado di sicurezza più elevato.

Come nota finale del test, i controlli al volante risultano essere decisamente il modo più sicuro per interagire con il proprio veicolo.

Via | iDownloadBlog

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: