Samsung Galaxy Note 4 e Note Edge potrebbero essere bannati dal mercato statunitense

Il ritardo della messa in commercio da parte di Samsung del nuovo Galaxy Note 4 avrà sicuramente delle conseguenze sulle vendite complessive, sopratutto dopo il grande successo di iPhone 6 Plus. Ma ora la società sud-coreana deve affrontare un altro ostacolo. Secondo una causa intentata da NVIDIA, i processori Exynos di Samsung, così come alcuni SoC prodotti da Qualcommm, violerebbero dei brevetti della società specializzata in processori grafici. Se le accuse di NVIDIA si rivelassero fondate, il Galaxy Note 4 potrebbe rischiare di non essere venduto negli Stati Uniti.nvidia-samsungDopo aver presentato il Galaxy Note 4 e il Galaxy Note Edge alla fiera IFA di Berlino, la riscossa di Samsung nel mercato degli smartphone sembrava ormai cosa certa. Ma nonostante i due dispositivi siano stati presentati quasi una settimana prima dei nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus, la stragrande maggioranza dei possibili acquirenti sta ancora aspettando il loro arrivo nei negozi.tech-samsung-galaxy-note-edge-5_1Un lancio, per così dire, minore ha già avuto luogo nella nativa Corea del Sud, ma il Note 4 deve ancora fare il suo esordio nel principali mercati mondiali, e dopo una forte campagna pubblicitaria per promuovere il nuovo phablet, l’accusa di NVIDIA potrebbe creare seri problemi a Samsung.

Nella lunga lista dei dispositivi che violerebbero i suoi brevetti, NVIDIA ha inserito, insieme a Note 4 e Note Edge, anche Galaxy S5, Galaxy S4, Galaxy Note 3, Galaxy Tab S, Galaxy Note Pro e Galaxy Tab 2. Nel caso in cui venisse giudicata come colpevole, per Samsung le conseguenze potrebbero essere disastrose.

Via | RedmondPie

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: