Gli SMS di notifica di My Wind diventano a pagamento dal 15 Dicembre: come disattivarli?

Anche l’operatore Wind ha deciso di seguire il cattivo esempio della concorrenza: dopo la decisione di Tim e Vodafone di addebitare costi aggiuntivi per i servizi via SMS di notifica delle chiamate, ecco arrivare la notizia. My Wind diventerà a pagamento per i clienti con ricaricabile dal 15 Dicembre. Ecco tutte le informazioni e le modalità per disattivare il servizio.

wind

All’interno della pagina dedicata sul sito Wind, ecco quanto riportato:

A partire dal 15 dicembre 2014, il servizio My Wind diventerà a pagamento per i clienti con Ricaricabile. Da tale data, il servizio My Wind costerà 19 centesimi addebitati solo alla ricezione del primo SMS di notifica e per 7 giorni, incluso quello nel quale hai ricevuto il messaggio, potrai usufruire del servizio senza ulteriori costi. In seguito My Wind continuerà a rimanere attivo ma il relativo costo di 19 centesimi per 7 giorni verrà addebitato solo alla ricezione di un eventuale nuovo SMS di notifica. Il costo di My Wind si applica anche con credito zero e segreteria telefonica attiva; non funziona se sul telefonino è impostato il trasferimento di chiamata verso un altro numero di telefono.

In poche parole, per ogni notifica che riceverete, vi saranno addebitati 19 centesimi sul vostro credito prepagato e tutti gli SMS di My Wind successivi nell’arco di sette giorni saranno inclusi nel prezzo. Facendo un rapido calcolo, nella peggiore delle ipotesi si arriverebbe al costo di 76 centesimi al mese.

Se non siete interessati a questo servizio, vi consigliamo di disattivare My Wind chiamando il numero dedicato 403020.

 

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: