Teardown di iPad Air 2: confermati A8X e 2GB di RAM

Quasi come una vera e propria tradizione, e così com’è accaduto per iPhone 6 e iPhone 6 Plus, una volta reso disponibile il device sul mercato il team di iFixit ha prontamente eseguito il teardown di iPad Air 2 regalando ai suoi fan un nuovo viaggio all’interno della tecnologia Apple. In seguito allo smontaggio vengono confermate alcune teorie.

teardown ipad air 2

Innanzitutto, partendo dalla parte più esterna del dispositivo, il pannello LCD frontale risulta essere più robusto rispetto ad iPad delle precedenti generazioni. Così come gli altri iPad però il display è l’unico punto da cui è possibile partire per eseguire la manovra. Il team utilizza l’apposito iOpener, uno strumento di loro proprietà.

Proseguendo con il teardown, possiamo vedere che iPad Air 2 è dotato di una batteria più piccola se paragonata a quella della precedente versione: 27.62 Whr e 7,340 mAh contro 32.9 Whr/8,827 mAh.

Il team successivamente conferma la presenza del chip A8X e di 2GB di memoria RAM Elpida F8164A3MD separata in due chip da 1GB posizionati al lato dell’A8X. I 16GB per l’archiviazione usano una memoria flash di SK Hynix e successivamente troviamo lo stesso modulo NFC NXP 65V10 utilizzato negli iPhone 6 senza però l’omonima antenna: è stao infatti spiegato che sia iPad Air 2 che iPad mini 3 non supportano il pagamento Apple Pay in store.

Il Touch ID è lo stesso di iPhone 6, cosa che non possiamo dire della fotocamera da 8 MP che, per quanto simile, apapre diversa.

Per quanto riguarda il posizionamento dei vari componenti,  il doppio microfono, i componenti della fotocamera e l’antenna WiFi sono riposizionati nella parte superiore del device.

Il team di iFixit conferma però che le Smart Cover della precedente generazione funziona anche con l’iPad Air 2

Via | iClarified

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: