Russia: rimosso il memoriale di Steve Jobs dopo il coming out di Tim Cook

Qualche giorno fa, il CEO di Apple Tim Cook ha annunciato pubblicamente di essere gay, suscitando moltissime reazioni positive e messaggi di uguaglianza; tuttavia, in alcuni paesi come la Russia, esistono ancora leggi che rifiutano e discriminano le persone omosessuali. Proprio a San Pietroburgo, dopo il coming out di Tim Cook, si è deciso di procedere alla rimozione del memoriale dedicato a Steve Jobs.

monumento-steve-jobs

Il monumento a Steve Jobs mostrava uno schermo interattivo che consentiva di sfogliare e leggere numerose foto, video e testi riguardanti la vita e le idee del co-fondatore di Apple. Finanziato da una società russa chiamata Western European Financial Union,  fu eretto durante il Gennaio del 2013 all’interno di un’università locale.

La rimozione del memoriale è avvenuta a causa di una legge russa molto contestata da numerose associazioni ed attivisti, la quale condanna esplicitamente la “propaganda omosessuale” verso i minorenni.

Questo è solo l’ultimo attacco rivolto all’azienda di Cupertino dal governo russo: all’inizio del 2014 la Russia ha iniziato a boicottare i prodotti Apple in favore di Samsung, mentre durante l’estate è stato richiesto il codice sorgente di iOS per prevenire presunti atti di spionaggio portati avanti dagli Stati Uniti.

Via | CultofMac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: