“iOS 8 è una minaccia alla pubblica sicurezza” le dure parole della polizia di New York

Come sappiamo, l’avvento di iOS 8 ha intensificato la protezione di alcuni dati sensibili riguardanti gli utenti. Tali dati vengono crittografati in codici di cui nemmeno Apple stessa conosce la chiave rendendone quindi impossibile l’utilizzo. L’azienda è quindi impossibilitata a fornire alcune informazioni nel caso gli inquirenti stiano indagando sua una persona in particolare e così la polizia di New York si scaglia contro Apple con parole dure.

iphone sicurezza pubblica

Nonostante siano concordi sul fatto che la privacy degli utenti va tutelata a tutti i costi, le forze d’ordine di New York esprimono un forte dissenso sulla crittografia utilizzata dalle grandi aziende di elettronica e in particolar modo da Apple con l’avvento di iOS 8. La richiesta mossa è quindi quella di obbligare tali aziende a dare accesso ai dati contenuti nei dispositivi degli utenti nel caso venga aperta un’indagine.

Non è certo la prima volta che iOS 8 riceve critiche di questo genere. In passato ad esempio il vice procuratore generale James Cole pronunciò la frase: “Un giorno un bambino morirà a causa della crittografia di iOS 8”.

In obiezione a Cole arrivò l’esperto in sicurezza Sawell che definisce queste accuse teoriche e imprecise poiché la polizia ha mezzi abbastanza potenti e alternativi anche per accedere ad informazioni di utenti iPhone. I tabulati telefonici, ad esempio, possono essere rintracciati tramite i vettori cellulari e molto altro ancora può essere ricavato da  iCloud in cui è presente un criterio di crittografia differente.

Via | 9to5mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: