“Google messaggio gratuito… il cliente da lei chiamato…” Il gigante della ricerca diventa gestore telefonico

Oggigiorno sono veramente moltissime le offerte e le compagnie che mettono a disposizioni servizi di telefonia mobile con tariffe che si adattano precisamente all’esigenze dei singoli utenti. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, terza e quarta compagnia più diffuse sono Sprint e T-Mobile, compagnie grazie alle quali il gigante della ricerca Google aggiunge nuovi servizi marcati dalla sua grande G facendosi operatore telefonico mobile.

google

Tutto ciò è stato possibile grazie a quello che potremmo definire un accordo all’ingrosso con i su citati operatori telefonici. Grazie a questa collaborazione, Google non avrà bisogno di costruire delle proprie infrastrutture dedicate al nuovo servizio messo a disposizione del pubblico occupandosi però della gestione dei clienti e della fatturazione.

Secondo quanto riportato dal report del WallStreet Journal, Google offrirà il suo servizio prima in alcune città ed in esclusiva agli abbonati alla sua linea Google Fiber per poi espanderlo sia a tutti gli utenti che a più città. Obiettivo cardine dell’operatore telefonico pare essere abbattere i costi dei piani tariffari che prevedono un pacchetto dati. La stessa T-Mobile, infatti, ammette di fornire servizi ad un costo più elevato rispetto a quanto accade con altri operatori fuori dal territorio statunitense.

Nell’ormai lontano 2012, anche Apple era circondata da rumor per cui si preparava a lanciare una propria linea telefonica, voci che furono successivamente smentite da Tim Cook che affermò la volontà dell’azienda di concentrarsi su dispositivi e relativi software.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: