La batteria dell’Apple Watch potrebbe durare soltanto 2,5 ore a causa del potente processore

Riguardo l’Apple Watch ci sono ancora tanti misteri a circa un mese dal lancio ufficiale. Uno dei più importanti quesiti riguarda la durata della batteria, che a quanto pare sarà davvero scarsa.

apple-watch-battery

Durante l’evento di presentazione, Apple ha dichiarato che andrà ricaricato ogni notte. La durata di un intero giorno tuttavia, potrebbe effettivamente risultare inferiore a seconda delle applicazioni che vengono utilizzate.

E’ 9to5Mac a pubblicare alcune informazioni aggiuntive ricevute da una fonte che a quanto pare sta già testando l’orologio. Stando a questa notizia, il processore dell’Apple Watch è relativamente potente perchè si avvicina all’A5, attualmente utilizzato sugli iPod Touch 5G. Il display Retina invece assicura alta qualità ed alta frequenza (60fps). Il sistema operativo è una versione ridotta di iOS chiamata con il nome in codice SkiHill.

Le notizie ufficiali sulla batteria indicano 24 ore di durata complessiva con 4 ore di utilizzo di applicazioni e 19-20 ore in stand-by. L’autonomia, utilizzandolo esclusivamente come orlogio da polso tradizionale, è di 3-4 giorni.

La fonte però, ha suggerito che l’autonomia potrebbe ridursi a sole 2,5 nel caso in cui vengano utilizzate applicazioni “pesanti” di terze parte oppure 3,5 ore con le applicazioni native.

Con il monitoraggio del Fitness attivo, l’autonomia dovrebbe raggiungere le 4 ore.

Tutti questi dati non sono decisamente confortanti e potrebbero determinare un vero e proprio flop per questo orologio, tuttavia Apple continua a slittare la data di lancio proprio perchè continuano i lavori sulla batteria.

Vi terremo aggiornati.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: