La NSA può intercettare 2 miliardi di SIM Card e non può essere fermata

Una nuova “bomba” è stata lanciata da Edward Snowden, la talpa che ha fatto esplodere lo scandalo delle intercettazioni attraverso le quali gli Stati Uniti ed altri Paesi hanno spiato il mondo il intero.

sim-card

Secondo quanto dichiarato da Snowden, l’ente governativo americano per la sicurezza nazionale (NSA) e la GCHQ inglese posseggono le chiavi per intercettare 2 miliardi di persone attraverso i propri cellulari.

Indipendentemente dal modello, dal sistema operativo o dall’anno di fabbricazione, 2 miliardi di persone possono essere intercettate, ascoltando tutte le conversazioni vocali o tutti i messaggi scambiati grazie alle chiavi di accesso alle informazioni sulle SIM.

Sul web si parla già di Datagate ed ha proporzioni davvero enormi. Il tutto è partito dalla NSA e dalla GCHQ che hanno hackerato il sistema di Gemalto, un gruppo noto a livello internazionale che produce SIM Card per i 4 operatori americani e per centinaia di altri operatori nel mondo.

Grazie all’hack, gli enti governativi riescono a creare le chiavi di accesso alle singole SIM Card, ottenendo tutte le informazioni che desiderano. Ha così luogo lo spionaggio anonimo, che non lascia nemmeno traccia sulle reti, e che permette di ascoltare conversazioni e messaggi per 2 miliardi di utenze.

Tutte gli utenti con SIM Card coinvolte nell’operazione non hanno modo di proteggersi. La Gemalto è però corsa ai ripari, introducendo un nuovo sistema di sicurezza che impedisce a questi enti governativi di accedere alle informazioni sulla SIM.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: