La crescente presenza di Apple in Israele sarebbe legata alla produzione di chip

Stando a quanto riportato dal The Wall Street Journal, collegandosi alla visita di Tim Cook in Israele di questa settimana, il crescente interesse di Apple verso tale paese sarebbe dovuto alla progettazione di chip.

appleisraele

Apple ha recentemente aperto nuovi uffici di ricerca e sviluppo in Israele, a nord di Tel Aviv.

“Le acquisizioni israeliane di Apple e la continua crescita della sua manodopera locale dimostrano che la società sta diventando sempre più indipendente per ciò che riguarda i chip, dove in passato ha dovuto spesso affidarsi a fornitori esterni”, ha dichiarato Shlomo Gradman, presidente di Israeli Semiconductor Club.

Non è comunque un segreto che le attività di Apple in Israele fino ad oggi si siano concentrate sulla progettazione di chip. I suoi nuovi uffici si trovano vicino alla Anobit Technologies, famosa azienda produttrice di memorie flash acquisita proprio da Apple nel 2011. Le nuove strutture della società californiana, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbero ospitare tra i 600 e i 1200 dipendenti.

Via | 9to5Mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: