Angry Birds non va più di moda: i profitti sul merchandising calano del 73%

Angry Birds è il gioco mobile che ha avuto più successo al mondo, registrando record di download impressionanti che hanno permesso agli sviluppatori non solo di guadagnare tantissimi soldi ma anche di creare un vero e proprio merchandising che spazia dall’abbigliamento ai giocattoli, passando per tazzine, peluche e perfino l’intimo.

angry-birds

Le mascotte sono diventate così popolari da diventare dei cartoni animati.

Malgrado le lamentele circa l’in-app purchase ed una troppo ampia varietà di titoli tutti uguali, Rovio continua a generare ottimi guadagni con i propri giochi registrando una crescita del 16% e ben 110.7 milioni di euro in entrata. Ad essere in crisi invece è il merchandising, che non riesce più a convincere gli utenti.

Infatti, nel 2014 è stato registrato un calo dei profitti del 73%. Rovio ha guadagnato “soltanto” 10 milioni di euro, rispetto ai 36,5 milioni del 2013 ed i 76,8 milioni di euro del 2012.

Per risollevare le vendite, Rovio ha deciso di puntare tutto su un nuovo film d’animazione che arriverà nelle sale cinematografiche nel 2016. Per produrre questo film sono serviti circa 80 milioni di dollari ed un budget simile, in parte pagato da SONY, sarà necessario ai fini promozionali.

L’eventuale successo del film potrà far tornare gli uccellini sulla cresta dell’onda.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: