Ecco come Apple Watch potrebbe migliorare le terapie dei pazienti e il loro rapporto con i medici

Anche se i diversi hands on forniti dai più importanti portali globali e le diverse recensioni ci danno un’idea sempre più chiara su Apple Watch e sul suo utilizzo potenziale, dobbiamo dire che trattandosi di un prodotto nuovo abbiamo una visuale molto ridotta di quello che il dispositivo è in grado di fare e soprattutto delle sue possibili future applicazioni. Sempre per quanto riguarda il campo medico, lo smartwatch Apple potrebbe rivoluzionare il modo che i pazienti hanno di comunicare con i loro medici e la gestione delle loro terapie.

apple watch salute

Le potenzialità di Apple Watch saranno sempre accompagnate da app dedicate. Per quanto riguarda il campo sanitario, HealthTap è uno dei prodotti che sfrutterà al massimo le funzioni dello smartwatch. Come tutte le innovazioni, il servizio sarà inizialmente disponibile unicamente negli Stati Uniti e permetterà ai pazienti di ottenere un consulto medico virtuale con un medico reale.

Ovviamente il tutto sarà accompagnato dall’invio dei dati raccolti sulla salute dei pazienti grazie ad iPhone e Apple Watch. Grazie alla funzione di dettatura, inoltre, la comunicazione tra medico e paziente avverrà in modo più che tempestivo.

webmd

Al fine di avere un preciso tracking della terapia da seguire, nonché un pratico promemoria, i pazienti potranno sfruttare applicazioni come WebMD che fungerà in pratica da infermiera personale.

Ovviamente queste due app sono solo la punta dell’iceberg delle app che potranno essere sviluppate per il prossimo dispositivo Apple.

Via | AppAdvice

 

Anche se i diversi hands on forniti dai più importanti portali globali e le diverse recensioni ci danno un’idea sempre…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: