L’arrivo dell’Apple Watch in Italia subirà un ritardo

È arrivato l’8 Maggio ma purtroppo l’Apple Watch non è ancora disponibile al preordine in Italia.

image

Diversi giorni fa abbiamo pubblicato un articolo su iSpazio nel quale abbiamo indicato proprio l’8 maggio come data di inizio delle prenotazioni, tuttavia qualcosa è andato storto.

Secondo la nostra fonte, il 7 maggio, dopo la chiusura dei negozi, sarebbero stati montati i tavoli per esporre l’Apple Watch in tutti gli Apple Store e quindi a partire dall’8 Maggio i clienti avrebbero potuto vederlo, provarlo e prenotarlo online per una spedizione diretta alla propria abitazione prevista per un momento successivo.

Purtroppo, per qualche ragione, tutto questo non è avvenuto. Dopo aver interrogato nuovamente la fonte, ci ha confermato che la notizia era assolutamente vera nel momento in cui ci è stata riferita. Non si trattava di un rumor e non andava gestito come tale. La notizia era certa, d’altronde le magliette che verranno utilizzate per il periodo iniziale dell’Apple Watch sono già arrivate da un pezzo ed anche i Mac dei negozi sono stai aggiornati per prendere le prenotazioni.

Qualcosa é andato storto, probabilmente Tim Cook ha ritenuto opportuno tardare il lancio a causa della scarsa disponibilità, seppur creando un malumore iniziale negli utenti che lo attendono. Con le parole riferite dal CEO durante la conferenza sui risultati fiscali, Apple probabilmente si è assunta la responsabilità di cambiare le carte in tavola e di ritardare il lancio negli altri Paesi, utilizzando così queste scorte per velocizzare la spedizione di tutte quelle persone che lo avevano già ordinato nei primi 9 Paesi, motivo per il quale gli Apple Watch stanno arrivando a tutti con largo anticipo e saranno anche disponibili al pickup in store.

Ad ogni modo, ci assumiamo la responsabilità di aver riportato una notizia che si è rivelata essere errata, chiedendo scusa ai nostri utenti. Casi analoghi si verificano tutti i giorni nelle testate americane e per quanto riguarda iSpazio possiamo dire che lavoriamo già in maniera tale da filtrare gli articoli che provengono dall’estero, secondo nostri criteri di valutazione, proprio per evitare di sommergervi di informazioni errate. Ricorderete infatti che due settimane fa il prestigioso New York Times dichiarava che l’Apple Watch sarebbe stato venduto in Italia a partire dal 24 Aprile ma solo presso 10 corso como, a Milano. La notizia, decisamente più inverosimile, si è rivelata essere errata, e ci è bastato contattare personalmente il negozio in questione per scoprirlo, ma sicuramente l’accaduto non ci fa perdere credibilità in un giornale importante come il New York Times.

Ognuno cerca di fare il proprio lavoro al meglio, e noi di iSpazio ci impegniamo davvero molto in questo senso offrendo sempre la massima qualità sia nei contenuti che nelle modalità con le quali vi proponiamo i nostri servizi o gli stessi articoli. Anche altre testate italiane hanno riportato informazioni errate ed eventuali date di lancio, così come le date per l’introduzione del servizio Apple Pay nel nostro Paese, successivamente smentite dal CEO di Apple e noi non ne abbiamo mai fatto oggetto di scherno. La notizia dei preordini di iSpazio era praticamente certa nel momento in cui ci è stata riferita ma una multinazionale finché non fa annunci ufficiali può sempre cambiare le carte in tavola nel “dietro le quinte”, seppur di una settimana, per gestire al meglio le vendite in base alle condizioni che gli si presentano, dovute sostanzialmente a disponibilità e logistica. Più che notizia errata in questo caso sarebbe più giusto dire che siamo stati sfortunati. Ci scusiamo per eventuali disagi.

È arrivato l’8 Maggio ma purtroppo l’Apple Watch non è ancora disponibile al preordine in Italia. Diversi giorni fa abbiamo…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: