“iPhone è scelto dai terroristi”. YotaPhone 2 integra un backdoor della Federal Security Service

Vi abbiamo già parlato dello YotaPhone, uno smartphone davvero molto bello con la particolarità di essere l’unico al mondo dotato di un doppio schermo, sia sul fronte che sul retro del dispositivo. Uno schermo è AMOLED, l’altro e-ink che riduce i consumi ma se oggi ne riparliamo è soltanto a seguito di una dichiarazione del suo costruttore Sergey Chemezov.

yotaphone-2

Il dirigente della società russa Rostech che produce lo YotaPhone 2, ha dichiarato che il dispositivo include di serie un backdoor voluto dalla Federal Security Service.

Grazie al backdoor, la FSB avrò accesso alle informazioni dell’utente. Non abbiamo il diritto di vendere smartphone sul mercato senza questa misura di sicurezza perchè in caso contrario i dispositivi potrebbero essere utilizzati da terroristi e criminali.

iPhone è la scelta dei terroristi perchè Apple non ha installato alcun backdoor sul proprio dispositivo e le informazioni crittografate conservate all’interno del telefono risultano inaccessibili a chiunque, perfino la stessa Apple.

yotaphone2

L’accesso ai dati utente di un possessore YotaPhone ovviamente si ottengono dopo aver avuto i dovuti permessi da un tribunale apposito, il che avviene soltanto in casi di minacce alla sicurezza nazionale. Ciò nonostante, dichiarare che “l’iPhone è la scelta dei terroristi” è piuttosto pesante e probabilmente il dirigente russo avrebbe dovuto prepararsi un discorso migliore, più vincente dal punto di vista del marketing ed in grado di causare meno problemi legali all’azienda.

Via | PhoneArena

Vi abbiamo già parlato dello YotaPhone, uno smartphone davvero molto bello con la particolarità di essere l’unico al mondo dotato…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: