Apple lancia WatchOS 2: arrivano le applicazioni native

Arriva ora la parte dedicata ad Apple Watch: la casa di Cupertino ha iniziato parlando dell’intenzione di portare le applicazioni sull’Apple Watch. Nonostante Apple Watch sia stato lanciato solo 6 settimane fa, già oggi si parla della prossima versione del sistema operativo, ovvero WatchOS 2.0. Le novità principali risiedono soprattutto nelle applicazioni: arriveranno finalmente le applicazioni native, che funzioneranno quindi senza l’uso dell’iPhone, permettendo così di avere delle app più veloci e immediate.

Apple Watch.

Il nuovo aggiornamento dato da WatchOS 2.0 porterà inoltre con sé nuove WatchFace, e sarà a questo punto possibile impostare foto come sfondo o addirittura album, con foto che scorreranno automaticamente. Oltre a ciò, avremo addirittura la possibilità di usare video in time-lapse come WatchFace. Le Complications potranno essere personalizzate, e ogni sviluppatore potrà realizzarne di nuove: si tratta di piccolissimi widget da integrare nel quadrante dell’orologio.

Oltre a tutto ciò, WatchOS 2.0 introduce Time Travel: se visualizziamo gli orari di un treno, muovendo la corona digitale andremo avanti nel tempo per vedere le corse successive. WatchOS 2.0 supporterà infine la modalità Landscape, e potremo quindi utilizzarlo anche come una sveglia da tavolo, con il tasto di accensione che integrerà funzioni di snooze. Migliora inoltre l’applicazione Friends, che permette di aggiungere nuove persone direttamente dall’Apple Watch, anziché ricorrere all’iPhone. Per quanto riguarda il Digital Touch, esso permetterà ora di creare disegni con colori differenti.

Apple Watch supporterà FaceTime Audio, permettendoci di chiamare e di rispondere a chiamate direttamente dal polso anche attraverso FaceTime. Migliora infine anche Siri, a cui potremo dire di avviare la modalità Allenamento, oltre a nuovi badge come premi, che sarà possibile condividere in un secondo momento sui principali social network. Con Siri sarà possibile ottenere anche indicazioni stradali con la nostra voce, oltre a poter controllare gli oggetti in casa con HomeKit. Siri sarà ora in grado di avviare qualsiasi applicazione e Glances in base ai comandi dell’utente.

Arriva poi su Apple Watch Wallet, e sarà possibile utilizzare Apple Pay con il programma fedeltà. Infine, Apple Watch sarà in grado di collegarsi alle reti Wi-Fi, in maniera completamente autonoma e senza l’uso necessario dell’iPhone ad esso collegato. Per concludere, giunge la possibilità di riprodurre file audio e video direttamente da Apple Watch.

 

Arriva ora la parte dedicata ad Apple Watch: la casa di Cupertino ha iniziato parlando dell’intenzione di portare le applicazioni…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: