Anche Samsung ha una palla da Baseball da riscattare: la malsana idea del reparti marketing

Durante il Keynote della WWDC 2015, Tim Cook ha mostrato di avere la palla da baseball con la quale Brandon Moss ha registrato il suo 100esimo fuoricampo.

palla-baseball-samsung-tim-cook-apple

Si tratta di uno degli sport nazionali più popolari e durante l’evento era stata mostrata una lista di prodotti Apple che i compagni di squadra chiedevano “come riscatto” prima di restituire la fortunata palla a Brandon. Apple ha deciso di pagare personalmente il riscatto, mostrando poi di avere lì con sè la famosa palla.

 indians-brandon-moss-hr-ball-apple-paid

Il reparto Marketing di Samsung ha voluto replicare la cosa, commissionando il tutto a Trevor Bauer. Questa volta lo sportivo ha stilato una lista di prodotti Samsung che lui e gli altri componenti della squadra desideravano ricevere da Francisco Lindor in cambio della palla.

Sulla nota possiamo leggere: un Galaxy Note Pro 12,2, un Gear S nero, un portatile Samsung touchscreen, il Galaxy S6 edge e così via. Ovviamente, non a caso, ogni giocatore desiderava un prodotto diverso in maniera tale da aumentare il numero dei dispositivi citati.

Schermata 2015-06-19 alle 07.46.27

Naturalmente anche questo Tweet commissionato da Samsung risulta “inviato con un iPhone” ed a questo punto è chiaro che l’azienda utilizza questa strategia per far parlare di sè anche sui blog dedicati ad Apple. In tutta franchezza, non è ben chiaro cosa ci guadagni la sudcoreana da tutto questo. E’ vero che in alcune circostanze è importante far parlare di sè, bene o male che sia, ma in casi analoghi dove si mostrano delle copie e degli errori, il messaggio che passa non è affatto incoraggiante per i prodotti Samsung. Infatti, è probabile che si ottenga un risultato opposto a quello sperato perchè i giocatori non riescono a convincere nessuno ad acquistare quei dispositivi se sono i primi ad utilizzarne altri. Voi cosa ne pensate?

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: