L’Antitrust punta la lente di ingrandimento sugli operatori italiani e i servizi a pagamento non richiesti

Non accade raramente di sentire storie di clienti che si vedono attivati servizi in abbonamento senza ricordare il momento preciso in cui abbiano fatto richiesta al proprio operatore, probabilmente perché questo momento non è mai esistito. E’ proprio per porre fine a spiacevoli incidenti di questo tipo nei confronti dei consumatori che l’Antitrust punta la sua lente di ingrandimento su Vodafone, H3G, Tim e Wind iniziando una serie di indagini.

antitrust indaga vodafone tim 3 wind

L’indagine ha ora carattere ufficiale e, come elencato prima, coinvolgerà tutti i principali operatori telefonici italiani che saranno chiamati a rispondere delle modalità di attivazione dei suddetti servizi a pagamento non esplicitamente richiesti.

Anche l’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) con la sua iniziativa “Bolletta 2.0” ha intenzione di mettere sotto analisi il sistema ingannevole di attivazione degli abbonamenti in pochi click inconsapevoli su pagine create ad hoc. Il caso potrebbe concludersi con una multa decisamente consistente nei confronti degli operatori telefonici se le modalità dovessero essere dichiarate poco trasparenti.

Via | Repubblica

Non accade raramente di sentire storie di clienti che si vedono attivati servizi in abbonamento senza ricordare il momento preciso…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: