ZiPhone 2.1: La Guida Per Attivare e Sbloccare iPhone 1.1.2 e 1.1.3 nativi BL 4.6 Per Windows

Seguendo queste istruzioni è possibile attivare, eseguire il jailbreak e sbloccare anche la parte telefonica, degli iPhone con firmware 1.1.2 e 1.1.3 OOTB (nativi), (bootloader 4.6) in maniera istantanea e veloce, senza aver più bisogno di Turbosim, nextSim e simili. Questo metodo, a differenza di quelli di cui abbiamo gia parlato in passato, non ha bisogno di alcun downgrade ne di successivi upgrade. Tutto avviene semplicemente con la versione firmware in uso. Possono usarlo tutte le persone che hanno comprato un iPhone con su il firmware 1.1.3 o 1.1.2, e anche le persone che dal firmware 1.1.2 nativo passano a 1.1.3 con iTunes. Funziona anche con iPod Touch, ma ricordando ceh dovete selezionare solo “jailbreak” nel passo 4. Iniziamo subito:

Passo 1
Scaricate ZiPhone 2.1

Passo 2
Estraete il file ZiPhone.zip sul vostro desktop, creando cosi la cartella ZiPhone

Passo 3

Cliccate adesso sul file ziphoneGUI.exe per lanciare l’applicazione

Passo 4
Selezionate le prime tre caselle: Unlock, Activate, Jailbreak. La casella Verbose boot non è piu obbligatoria da selezionare, rispetto alla 2.0, poichè in questa versione 2.1 viene selezionata di default (il Verbose evitava che al successivo riavvio, l’iphone restasse bloccato col logo apple). Successivamente cliccate sul tasto Start.

Passo 5
Il programma inizierà a cercare il ile zibri.dat e appena l’avrà trovato, cercherà un iPhone collegato al computer. Appena avrà rilevato entrambi, vi sarà cheisto di aspettare 2 minuti e 30 secondi.

Passo 6
Allo scadere del tempo il vostro iPhone sarà sbloccato, attivato e avrà anche l’installer. Si consiglia adesso di aprire subito l’installer ed entrare nella categoria system, dove troverete BSD Subsystem e OpenSSH. Installateli e buon divertimento!

Seguendo queste istruzioni è possibile attivare, eseguire il jailbreak e sbloccare anche la parte telefonica, degli iPhone con firmware 1.1.2…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: