Pegatron accusata di eccessivi straordinari, bassi stipendi e minime condizione di sicurezza

La società Pegatron, fornitrice cinese di componenti elettronici per Apple, è stata accusata per le eccessive ore di straordinario imposte ai dipendenti, stipendi bassi e pessime condizioni di lavoro nella fabbrica di Shangai.

pegatron

Prima ancora delle ore di lavoro straordinario, i dipendenti di Pegatron percepiscono uno stipendio di 1,85 dollari all’ora per un salario mensile di 318 dollari. Aggiungendo gli straordinari, gli stipendi arrivano a meno di 800 dollari.

L’azienda infatti costringe i dipendenti a lavorare almeno 20 ore in più a settimana, rispetto alle ore di lavoro ordinario, pratica che non è conforme alle linee guida che Apple ha chiesto ai propri fornitori, a quali impone non più di 60 ore a settimana.

Da un’indagine condotta nel mese di settembre risulta che solo il 42% dei lavoratori ha lavorato 60 ore a settimana mentre il resto degli operai ha sforato il limite massimo.

In più non è garantita la sicurezza in fabbrica, le uscite di sicurezza non sono facilmente identificabili e i corsi per la sicurezza degli operai durano solo 8 ore, tempo insufficiente per una formazione completa. I dormitori ospitano fino a 14 persone per stanza, contaminata da muffe e cimici.

L’unico aspetto positivo è che almeno sul piano della discriminazione, le condizioni siano migliorate: ora sono accettati tra gli operati anche i tibetani, le persone con i capelli tinti o con età superiore a 35 anni.

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: