Phil Schiller racconta com’è nato MacBook Retina 12″

Phil Schiller, responsabile del settore marketing di Apple, ha recentemente rilasciato una interessante intervista a Mashable, parlando in modo approfondito del nuovo MacBook Retina da 12″.

philschiller

Schiller ha sottolineato il netto cambiamento di Apple degli ultimi decenni relativamente allo sviluppo e alla produzione di nuovi prodotti, come il MacBook Retina 12″. Ciò è dovuto ad una “intensa collaborazione” tra progettisti e ingegneri all’interno della società: «Fin dall’inizio, il Mac è stato intera responsabilità per Apple: hardware, software, il funzionamento delle applicazioni e, in modo sempre maggiore, dei servizi Internet. Ma oggi tutto ciò ha un significato diverso rispetto a 20 anni fa. Oggi, i team non si sono solo integrati, ma stanno pensando a delle funzioni in grado di esistere solo grazie all’integrazione e alla risoluzione di problemi che possono essere risolti proprio grazie a questo vantaggio unico».

speaktenna

L’intervista permette inoltre di guardare più da vicino il nuovo MacBook, passando dalla sua incredibilmente piccola scheda logica alla”speaktenna”: «Alcuni la chiamano “Speaktenna”. La striscia nera lungo il bordo degli altoparlanti del MacBook è una combinazione mai provata prima tra speaker e antenne per Wi-fi e Bluetooth. Nel caso della speaktenna, gli ingegneri Apple hanno fatto tutto il possibile per integrare la massima tecnologia possibile all’interno del piccolo telaio in alluminio anodizzato. Questo ha significato la creazione di un nuovo formato e nuova chimica delle celle per la batteria, un design “a scalini” dell’accumulatore, sagomato su misura per seguire perfettamente il profilo dello chassis di questo portatile incredibilmente sottile e leggero».

Via | MacRumors

Phil Schiller, responsabile del settore marketing di Apple, ha recentemente rilasciato una interessante intervista a Mashable, parlando in modo approfondito…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: