Apple brevetta la ‘panic mode’ per il Touch ID, per proteggere i dati personali degli utenti e non solo

L’USPTO ha oggi pubblicato una domanda di brevetto da parte di Apple riguardante una tecnologia che permette di attivare quella che viene definita ‘panic mode‘ su iPhone utilizzando una specifica impronta digitale. Questa modalità è stata progettata per quei casi in cui il proprietario del dispositivo si sente minacciato, è in pericolo oppure è costretto a sbloccare il suo smartphone.

touchID

In poche parole, utilizzando una specifica impronta digitale un utente potrebbe impostare il proprio iPhone nella speciale modalità, bloccando l’accesso ai dati personali memorizzati sullo smartphone. In questo modo, ad esempio in caso di furto, i dati degli utenti sarebbero sempre al sicuro. Ma c’è dell’altro.

Un’ulteriore possibilità descritta nel brevetto è l’attivazione di fotocamera e microfono dell’iPhone in questione, trasmettendo così video e audio a chi di dovere (amici, parenti, polizia, vigili del fuoco, personale medico etc…) che potrebbe quindi utilizzare le informazioni ottenute per eventuali provvedimenti da adottare.

E ancora, un’altra opzione descrive l’esempio di un’escursionista che, dopo una grave caduta, attiva la modalità ‘panic mode’ per chiamare il 911 e segnalare la sua esatta posizione sfruttando il GPS del suo iPhone.

emergency

Non sappiamo quando e se questa tecnologia verrà applicata ai dispositivi, ma ha sicuramente del gran potenziale.

Via | 9to5Mac

L’USPTO ha oggi pubblicato una domanda di brevetto da parte di Apple riguardante una tecnologia che permette di attivare quella…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: