Instagram cambia le API: tutte le app saranno soggette a revisione, per aumentare la sicurezza degli utenti

Non molto tempo fa vi abbiamo parlato di un’applicazione chiamata InstaAgent che riusciva a determinare chi visualizzava il nostro profilo e chi smetteva di seguirci su Instagram.

instagram

In realtà l’applicazione è stata evidenziata come un malware perchè salvava ed inoltrava ad un server i dati in chiaro di tutti i nostri login. L’applicazione è stata subito rimossa da App Store e dal Google Play Store tuttavia oggi Instagram ha annunciato un aggiornamento della Policy sulla Privacy stabilendo che:

Dal 3 Dicembre, gli sviluppatori di applicazioni di terze parti e gli advertiser saranno soggetti ad un processo di revisione. Instagram ha infatti ristretto l’accesso alle proprie API e chiunque vorrà creare applicazioni che si interfacciano alla piattaforma, dovrà ricevere l’approvazione da parte del social network, in maniera analoga a quanto succede quando si invia la propria applicazione in App Store. Sarà quindi cura di Instagram provare ed accertarsi che le applicazioni siano sicure per quanto concerne i nostri dati personali, e soltanto in quel caso darà l’approvazione.

Le applicazioni attuali, compresi i siti web che si interfacciano ad Instagram per creare cover personalizzate per iPhone oppure per aggiornare la foto profilo e quant’altro, hanno tempo fino al 1 Giugno 2016 per aggiornare le proprie piattaforme con le nuove regole, dopodichè smetteranno di funzionare automaticamente.

La nuova policy metterà fine a centinaia di applicazioni di terze parti che promettono nuovi follower e la possibilità di tracciare i follows e gli unfollows. Le applicazioni inoltre, non saranno più in grado di utilizzare le funzioni per aggiungere i Mi Piace, i commenti, le condivisioni oppure lo scambio dei “follows”.

Sfortunatamente tutte queste nuove regola avranno anche un impatto negativo sui client per Mac, iPad e per il Web, dove Instagram non arriva. Il CEO però ha dichiarato che questi cambiamenti sono necessari per rendere il prodotto più affidabile e per assicurare la piena sicurezza agli utenti che utilizzano la piattaforma dato il numero di iscritti che continua ad aumentare.

Non molto tempo fa vi abbiamo parlato di un’applicazione chiamata InstaAgent che riusciva a determinare chi visualizzava il nostro profilo…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: