TIM sospende PRIME e di conseguenza non ci saranno aumenti di tariffe: ecco i motivi

Alla fine del mese di Febbraio, TIM aveva presentato PRIME, una nuova offerta che sarebbe entrata in vigore dal 10 Aprile in maniera automatica.

timprime-750x389

Tutti i profili tariffari ricaricabili infatti, erano destinati a diventare PRIME, il quale assicurava minuti ed SMS illimitati verso una numerazione TIM a scelta ma con il pagamento di 0,49€ a settimana in più.

L’Agcom ha subito diffidato la TIM perchè questa rimodulazione avrebbe portato un aggravio obbligatorio di 2€ al mese a milioni di utenti. Dopo le segnalazioni e le verifiche necessarie, l’Autorità ha deciso che Tim utilizza illegittimamente la procedura prevista dal codice delle comunicazioni per attivare ad un numero rilevantissimo di clienti una nuova offerta con la tecnica opt-out.

In un comunicato stampa oggi TIM fa sapere che Prime verrà sospeso perchè l’azienda ha “l’obiettivo primario di mantenere il rapporto di assoluta trasparenza con i propri clienti e di assicurare un confronto aperto, sereno e costruttivo con le autorità”.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: