La Casa Bianca si rifiuta di sostenere pubblicamente il disegno di legge contro la crittografia

La Casa Bianca si è rifiutati di sostenere pubblicamente un nuovo disegno di legge che darebbe ai giudici il diritto di obbligare le aziende tech, come Apple, ad accedere a dispositivi protetti dalla crittografia per eventuali informazioni in essi contenuti.

obama

Il disegno di legge è stato proposto dai senatori Richard Burr (repubblicano) e Dianne Feinstein (democratico), che, come abbiamo riportato in questo articolo, sono stati entrambi contattati dall’FBI, che ha rivelato loro il metodo utilizzato per aggirare la crittografia dell’iPhone 5c del terrorista Farook.

Il disegno di legge dovrebbe essere presentato molto presto, forse anche in questa settimana. Questo, ripetiamo, permetterebbe ai giudici di costringere le società tech ad ‘hackerare’ i dispositivi cifrati, ma non sono al momento note le probabili conseguenze nel caso in cui queste si rifiutassero di collaborare.

Il presidente Obama ha commentato il recente scontro tra Apple ed FBI dichiarando che le società impegnate nel settore tecnologico non dovrebbero prendere delle “posizioni assolutistiche”, in particolare quando si parla di sicurezza nazionale. Adesso, la situazione sembra essere cambiata, con il presidente che sembra abbia deciso di schierarsi a favore di queste aziende.

Via | CultOfMac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: