HOTCome liberare memoria nell’iPhone, riducendo la partizione “Altro” | Guida iSpazio

Collegando l’iPhone al computer ti sei chiesto a cosa corrisponda la voce “Altro” e come liberare quello spazio per installare nuove app? Con questa guida te lo mostriamo.

guida ispazio come liberare memoria

Come tutti i possessori di iPhone, collegando il dispositivo al computer per effettuare la sincronizzazione o il backup dei dati, avrai avuto più di un dubbio riguardo la partizione “Altro” mostrata nella barra di iTunes che indica lo spazio disponibile sul dispositivo e ti sarai chiesto come e dove intervenire per liberare quello spazio, definito in modo sommario, per poter scattare qualche foto in più o installare nuove app.

Soprattutto per gli iPhone con il minimo taglio di capienza, 16 GB, spesso quell'”Altro” occupa spazio (da centinaia di MB fino a qualche GB) che viene sottratto alla possibilità di destinarlo ad un uso migliore. La partizione “Altro” contiene dati in gran parte non utilizzabili e comprende vecchi file di sistema, le impostazioni, la cache del browser e altro ancora.

Accedendo da iPhone all’app Impostazioni e quindi Generali > Utilizzo spazio e iCloud, è possibile conoscere quanto spazio occupa ciascuna delle app installate sul dispositivo ma non vi è alcun riferimento alla voce “Altro” quindi non si può sapere quando spazio occupi questa partizione se non, appunto, collegando iPhone al computer.

2016-04-12 20.33.31

Quanto spazio occupa la partizione “Altro”

Per sapere l’ingombro della partizione “Altro” su iPhone, iPad o iPod Touch si deve collegare il dispositivo al computer ed avviare iTunes. Nel menu in alto a sinistra, selezionare il dispositivo collegato.

a1

Nella nuova schermata con tutte le informazioni di riepilogo sul dispositivo, in basso troverai una barra che indica la sua capienza e tutti i dati contenuti, divisi per contenuto.

Schermata 2016-04-13 alle 19.52.37

Apple indica che un dispositivo iOS è in grado di memorizzare diversi tipi di contenuti, suddivisi come segue:

  • Audio: canzoni, podcast audio, audiolibri, memo vocali e suonerie;
  • Video: film, video musicali, spettacoli televisivi e filmati;
  • Foto: fotografie e raccolta immagini;
  • Applicazioni: applicazioni installate e acquisti in-app;
  • Libri: file PDF e file iBooks;
  • Documenti e dati: elenco di lettura di Safari, file creati all’interno di app come contatti, calendari e messaggi e-mail con relativi allegati;
  • Altro: impostazioni, voce di Siri, dati di sistema e file della cache

Posizionando il mouse sulla partizione corrispondente ad una voce saprai quanto spazio occupa e quanti file sono catalogati in quella sezione.

Schermata 2016-04-13 alle 19.53.13

Come rimuovere i dati di “Altro” e liberare spazio su iPhone, iPad e iPod Touch

Partiamo dal presupposto che la sezione “Altro” non contenga solo file inutili, altrimenti non avrebbe ragione di esistere oppure, più semplicemente, Apple l’avrebbe nominata “cestino”, dando agli utenti la possibilità di svuotarlo.

Alcuni dei file memorizzati servono ad avere una maggiore fluidità del dispositivo, semplificano la navigazione sul web o l’uso delle applicazioni. Ne consegue che con questa guida non arriveremo ad avere una partizione “Altro” che occupa “zero” MB, ma riusciremo comunque a ridurla, anche significativamente.

1. Cancellare i contenuti offline

Nel tentativo di diminuire il traffico dati durante l’ascolto di musica in streaming, alcuni brani e playlist possono essere a disposizione anche offline così come le mappe. Questo significa che si possono comunque ascoltare perché sono temporaneamente memorizzate sul dispositivo e i file temporanei devono naturalmente essere sul dispositivo. Dove? Giusto, nella sezione Altro. Apple Music, Spotify, Mappe e tante altre applicazioni consentono di salvare brani o cartine per l’ascolto o la consultazione senza utilizzare il traffico dati.

I brani di Apple Music salvati per l’ascolto offline vengono evidenziati con un’icona a forma di iPhone accanto al titolo dell’album o del brano.

Offline-Apple-Music

Questo simbolo indica che il brano non fa parte della musica acquistata dall’utente dal dispositivo o sincronizzata da iTunes, è musica che non si possiede ma si può ascoltare attraverso l’abbonamento ad Apple Music. E’ importante precisarlo per il momento in cui si vorranno rimuovere le canzoni dal dispositivo. Controlla bene le canzoni che possiedi da quelli che invece puoi solo ascoltare perché eliminando un brano acquistato non andrai a liberare spazio dalla sezione Altro ma dalla sezione Audio.

Puoi visualizzare quanto spazio è occupato da Musica e da Apple Music sempre da Impostazioni > Generali > Utilizzo spazio e iCloud > Gestisci Spazio > Musica.

Dicevamo che i contenuti offline non riguardano solo la musica ma anche video, mappe e molto altro in base alle applicazioni installate. Quindi, nel controllo, includete anche Google Maps, Waze, VLC e così via.

2. Svuotare la cache di Safari

La cache di Safari, il browser predefinito di iOS, può essere rapidamente svuotata da Impostazioni > Safari > Cancella dati siti web e cronologia.

a2 a3 a4

Inoltre è possibile cancellare tutti i dati riferiti ai siti visitati con Safari su iPhone, iPad o iPod Touch sempre da Impostazioni > Safari > Avanzate > Dati dei siti web > Rimuovi tutti i dati dei siti web.

a7 a5 a6

Per svuotare la cache di Google Chrome invece si deve accedere alle impostazioni dell’applicazione dall’app stessa, toccando l’icona del menu in alto a destra quindi Impostazioni > Privacy > Svuota cache e, volendo, anche Cancella cronologia.

a9 a10

a11 a12

3. Svuotare manualmente la cache delle applicazioni installate

Alcune applicazioni funzionano come i browser, ovvero memorizzano alcuni dati nella cache in modo che, ad un successivo utilizzo, le funzioni risultino più immediate. La gestione di Safari avviene dalle impostazioni di iPhone mentre quella di Chrome è all’interno della stessa applicazione. Per cui conviene controllare ogni singola applicazione per capire quale fornisca la possibilità di svuotare la cache. Ad esempio Google Maps permette di svuotare la cache, accedendo nelle impostazioni.

a13 a14

a15 a16

Ci sono anche delle applicazioni che dispongono dell’opzione integrata di svuotamento della cache. Per verificare questa possibilità è necessario andare in Impostazioni > Generali > Utilizzo spazio e iCloud e selezionare singolarmente ogni applicazione.

4. Ripristinare la cache di streaming iTunes

Se acquisti e visualizzi film attraverso iTunes, i dati resteranno memorizzati nella cache del dispositivo per un determinato tempo. Questo avviene perchè durante la visione, l’iPhone scarica già i minuti successivi in maniera tale da permetterci una visione fluida e senza interruzioni. Parte di questi video e audio restano in memoria anche dopo aver terminato la visione. E’ possibile svuotare la cache dello streaming iTunes con un Force Reset che si ottiene riavviando il dispositivo, tenendo premuti il tasto di accensione e il tasto home contemporaneamente. Oppure effettuare il logout dall’App Store e rientrare, operazione che costringe iTunes a riconoscere le tue azione come nuove, cancellando la cache.

Dark-Knight-iTunes

5. Installare app per la pulizia della cache

Volendo procedere più rapidamente e senza passare in rassegna ogni applicazione e le impostazioni di ognuna, ci sono applicazioni con lo scopo di eliminare i file superflui dal dispositivo tra cui iFunBox per Mac e Windows, iPhone Care Pro oppure, per i dispositivi jailbroken, la migliore è iCleaner.

6. Eliminare le voci aggiuntive di Siri/VoiceOver

Se utilizzi il servizio VoiceOver, oppure hai scaricato voci aggiuntive di Siri in inglese come la versione Maschile o Samatha (169MB) è possibile eliminare tutto recuperando diverso spazio.

Per eliminare le voci aggiuntive si deve procedere da Impostazioni > Generali > Accessibilità > VoiceOver > Voce ed eliminare la voce o le voci che non si utilizzano.

IMG_4530

7. Disattivare iCloud Drive

A seconda di quanto e come utilizzate iCloud Drive è possibile che sul vostro dispositivo iOS siano memorizzati in locale diversi documenti. La faccenda si può risolvere disattivando l’interruttore da Impostazioni > iCloud e iCloud Drive, oppure uscendo dall’account.

8. Download pesanti quando lo spazio a disposizione è limitato

Se siete vicini al limite di memoria disponibile su iPhone (ad esempio rimanendo con soli 200MB di spazio disponibile), sappiate che nel momento in cui andrete a scaricare un’applicazione molto pesante (ad esempio un gioco da 2GB da App Store), iOS farà apparire un pop-up che vi avviserà dello spazio insufficiente per il download. Proprio mentre appare il pop-up sullo schermo però, iOS avvia una procedura di pulizia della cache. Potrete infatti notare la scritta “Pulisco” al di sotto delle icone di determinate applicazioni come Facebook, Instagram etc. Utilizzate dunque questo trucchetto quando siete davvero alle strette con la memoria disponibile. Può essere ripetuto per un paio di volte fino a quando iOS non riuscirà più a liberare spazio in memoria.

9. Ripristino delle impostazioni del dispositivo

Prima dell’ultimo, brutale, passaggio che riguarda il ripristino dell’intero dispositivo, è possibile ripristinare le impostazioni del dispositivo per verificare se questa operazione liberi iPhone, iPad o iPod Touch dai file superflui passando da Impostazioni > Generali > Ripristina > Ripristina Impostazioni.

a17

10. Inizializza il dispositivo (facoltativo ed estremo)

Se tutti i passaggi precedenti non hanno portato i risultati sperati, l’ultima – ma proprio l’ultima – possibilità è riportare il dispositivo allo stato iniziale in modo che i suoi contenuti siano come quando l’hai acquistato. Questo, sia chiaro, comporta la cancellazione di tutti i dati e le impostazioni del dispositivo che tornerà ad essere come alla prima accensione. Escluse le applicazioni preinstallate da Apple, per il resto sarà vuoto.

Per portare il dispositivo allo stato di fabbricazione procedi da Impostazioni > Generali > Ripristina > Inizializza contenuto e impostazioni.

a18

Prima di procedere con questo passaggio però, il consiglio è di effettuare il backup tramite iTunes o iCloud così che tu possa recuperare i tuoi dati in qualsiasi momento che, altrimenti, andranno persi.

Bene, sei riuscito a liberare un po’ di spazio dalla partizione Altro? Condividi la tua esperienza nei commenti!

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: