Qualcomm trema, Apple potrebbe aver scelto Intel per il modulo LTE su iPhone 7

Le azioni di Qualcomm sono scese di due punti percentuali dopo che il CEO Steve Mollenkopf ha dichiarato che l’azienda potrebbe perdere alcuni dei suoi migliori clienti tra cui, secondo gli analisti, sarebbe inclusa anche Apple.

qualcomm

Nella sua dichiarazione il CEO di Qualcomm parla ancora di “supposizioni” riferendosi al possibile cambio di fornitori ma il mercato ha inteso quasi immediatamente che il riferimento fosse Apple, orientata a rivolgersi ad Intel.

La dichiarazione risponde quasi perfettamente alle voci secondo cui Intel sembrava essersi aggiudicata una “significativa porzione” di ordini di modem LTE per iPhone 7 di cui avevamo dato notizia nei primi giorni di marzo, quando anche l’analista Srini Pajjuri di CLSA Securities, parlava di un blocco compreso tra il 30% e il 40% della fornitura.

Il modulo LTE 7360 di Intel avrebbe caratteristiche molto più performanti rispetto a quelli attuali, arrivando fino ad una velocità teorica di 450 Mbps in download e 100 Mbps in upload, superando l’attuale modulo degli iPhone 6 e iPhone 6s che raggiunge una velocità teorica di 300 Mbps in download e 50 Mbps in upload.

Qualcomm è stato il fornitore esclusivo di Apple per il modulo LTE per oltre tre anni ma il rapporto sembra destinato a non proseguire.

Il passaggio da Qualcomm ad Intel potrebbe essere significativo anche per l’intenzione di Apple di sviluppare un chip all-in-one con processore della Serie A e il modulo LTE, garantendo una maggiore velocità e una migliore gestione dell’alimentazione con Intel che svolgerebbe un ruolo chiave nella concessione delle licenza e nella fabbricazione del chipset in base al suo evoluto processo costruttivo a 14 nanometri.

Via | iDownloadblog

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: