Migliaia di account Spotify violati, cambiate password al più presto!

Se avete Spotify installato sul vostro smartphone, modificate al più presto la password di accesso. Recentemente il servizio di streaming musicale ha subìto un’importante violazione che ha messo a rischio il profilo di migliaia di utenti.

spotify

La notizia diffusa ieri da TechCrunch riporta che è stato pubblicato un lungo elenco contenente dati d’accesso a Spotify con nome utente, password, indirizzi e-mail ma anche il tipo di abbonamento sottoscritto di migliaia di utenti, alcuni dei quali hanno confermato la violazione dei loro account.

Alcuni utenti si sono accorti della violazione trovando tra i brani ascoltati di recente o tra quelli aggiunti alla playlist alcune canzoni che non avevano mai ascoltato.

Nei casi peggiori invece gli utenti non possono più accedere alla piattaforma dopo che la loro password d’accesso è stata modificata.

spotify-pastebin

Spotify nega ogni possibilità di violazione specificando che «il servizio non è stato oggetto di nessun attacco e tutti i dati degli utenti sono al sicuro. Quando riscontriamo la diffusione di dati riferiti a Spotify, per prima cosa ne verifichiamo l’autenticità e avvisiamo immediatamente gli utenti interessati perché possano intervenire modificando i dati di accesso».

Spotify ha già affrontato in passato problematiche simili per cui non è sicuro che i dati diffusi siano riferiti ad una recente o passata violazione ma sono arrivate conferme da parte degli utenti che, in alcuni casi, si sono visti espellere dal proprio account mentre utilizzavano il servizio.

Uno dei problemi più gravi che si possa verificare riguarda l’utilizzo della stessa password utilizzata per Spotify per più servizi come Facebook, Skype o l’accesso al conto corrente bancario.

Proprio per evitare spiacevoli sorprese anche in futuro, consigliamo di cambiare immediatamente la password d’accesso a Spotify e raccomandiamo di impostarne una differente per ogni servizio sul web.

Via | TechCrunch

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: