Q1 2016, risultati finanziari del settore mobile: Samsung raggiunge solo il 24% dei profitti di Apple

Samsung Electronics nel Q1 ha guadagnato 5.81 miliardi di dollari, i profitti della divisione Mobile sono invece 3.89 miliardi di dollari. La società sudcoreana è ormai da anni rivale di Apple, che nello stesso periodo ha registrato in profitto la “deludente” cifra di 13.987 miliardi di dollari.

apple-samsung

Solo il 58% dei profitti di Samsung nel trimestre analizzato proviene dal suo gruppo IT & Mobile Communications (IM). A questo si aggiunge il gruppo CE, che si occupa della vendita di televisori ed elettrodomestici, e la divisione DS, che si occupa invece di display, semiconduttori e componenti per le memorie.

All’inizio del 2014, IM contribuiva con il 70% dei profitti della società, in particolare grazie ai dispositivi mobili della serie Galaxy S e Galaxy Note.

Nel 2014 i profitti del colosso sudcoreano sono calati del 73.9% rispetto all’anno precedente dopo il lancio sul mercato di iPhone 6 di Apple. Da quel momento in poi, Samsung ha cercato di recuperare terreno nel mercato degli smartphone.

Samsung.Q12016

I profitti globali di Apple per il Q1 2016 sono stati di 13.987 miliardi di dollari, con un calo del 23.5% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Tuttavia, nonostante il calo di vendite di iPhone (ma anche di iPad e Mac) nel trimestre di Marzo, la divisione IM di Samsung ha ottenuto solo il 24% dei profitti della rivale californiana, nonostante abbia spedito ben 81.9 milioni di dispositivi rispetto ai 51.2 milioni di iPhone di Apple.

16686-13681-Capture-l

Le prospettive di Samsung per il trimestre di Giugno vedono una scarsa richiesta di smartphone e tablet. La società sudcoreana punterà all’espansione globale delle vendite dell’ultimo Galaxy S7 e a mantenere una solida redditività con i prodotti di fascia medio-bassa.

Samsung IM è il concorrente più redditizio di Apple, ed è di gran lunga il più grande produttore di smartphone.

Via | AppleInsider

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: