Non vi piace TIM Prime GO? Ecco cosa potete fare per non pagare i 0,49€ in più a settimana

Tim Prime GO è la tariffa automatica che verrà attivata a tutti i clienti TIM a 0,49€ a settimana.

tim prime go

Come vantaggio offrirà:

  • Cinema 2×1: per acquistare due biglietti al prezzo di uno dal lunedì al venerdì.
  • Servizi Premium Serie A TIM 2016/2017 con traffico Internet incluso.
  • Chiamate ed SMS illimitati verso un numero TIM a scelta.
  • Trasformazione delle ricariche in Ricarica+, che permette di vincere premi ad estrazione.

Nonostante i benefit, ci sono tantissimi utenti che non vorrebbero pagare questi 2€ in più al “mese”.

Cosa si può fare per non avere TIM Prime GO?

In realtà ben poco, ci sono soltanto due opzioni valide per non avere Tim Prime Go. La prima è quella di cambiare il proprio piano telefonico, in maniera gratuita, verso TIM Base. Tim Base è l’unico piano che non prevede Prime Go ma non è tra i più convenienti in assoluto. Comporta infatti un costo di 29 centesimi al minuto e 19 centesimi ad SMS. Poco importa però se avete attive altre opzioni per avere un tot di minuti, SMS e GB. I costi del piano TIM Base infatti, entrerebbero in azione soltanto dopo aver terminato i minuti e gli sms inclusi nell’opzione.

Schermata 2016-05-21 alle 21.53.40

Il secondo sistema per non avere TIM Prime Go, è recedere il contratto con TIM. 

I clienti che non accettano  la suddetta modifica, in base all’articolo 70 comma 4 del Decreto Legislativo 259 del 2003, hanno il diritto di recedere dal contratto senza costi di disattivazione o penali, entro la data riportata nel sms ricevuto chiamando il 409162 e seguendo le istruzioni della voce guida, oppure, compilando l’apposito modulo o inviando un sms al 119 con testo “CESSAZIONE SIM” o chiamando il 119 oppure possono passare ad altro operatore. In tal caso, ove sulla linea sia attiva un’offerta in rateizzazione per l’acquisto di un prodotto in corso di vigenza contrattuale (24 o 30 mesi in funzione del prodotto scelto), al cliente saranno addebitate in un’unica soluzione le rate residue contrattualmente previste relative al prodotto acquistato.

Si ricorda che la richiesta di cessazione della SIM comporta la perdita definitiva del numero telefonico. Dopo la cessazione, infatti, non sarà più possibile richiedere il reintegro né la riattivazione del numero.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
11
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: