AGCOM pubblica una nuova delibera, gli operatori italiani non rispettano le norme UE

Abbiamo già visto nei giorni scorsi come AGCOM sia già intervenuta, riguardo le mancate modifiche alle tariffe per il roaming europeo da parte di Wind e Tim che dovranno porre rimedio entro fine Giugno. L’AGCOM è tornato nuovamente sull’argomento con una nuova delibera.

roaming-europa

AGCOM ha pubblicato infatti una tabella dove sono indicati i costi massimi che gli operatori possono applicare, in modo da ovviare a fraintendimenti. Sono a parte le offerte a pacchetto, dove l’utente dovrà avere la possibilità di attivare o disattivare senza obblighi di nessun genere o in automatico, come è successo per “Europa Daily Basic” di TIM.

“Il consumatore deve aderire espressamente all’offerta alternativa tramite esplicito consenso. In caso di non adesione si applica automaticamente la tariffa base a tutte le offerte in vigore”

agcom_roaming

La delibera di AGCOM è riassunta in 5 punti fondamentali riportati testualmente come dal documento rilasciato e disponibile sul sito ufficiale.

  1. L’offerta di servizi roaming al dettaglio a tariffa fissa periodica può essere alternativa alla tariffa base di cui all’art. 2 ma non può costituire l’unico piano tariffario disponibile per i consumatori.
  2. Il consumatore deve aderire espressamente all’offerta alternativa tramite esplicito consenso. In caso di non adesione si applica automaticamente la tariffa base (di Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni 224/16/CONS 8 salvaguardia) a tutte le offerte in vigore.
  3. I fornitori di servizi di roaming al dettaglio sono tenuti a fornire ai consumatori informazioni esaurienti e complete sulla tariffa base e sulle tariffe alternative offerte al momento della sottoscrizione dell’abbonamento.
  4. I fornitori di servizi di roaming al dettaglio forniscono tempestiva informativa ai propri clienti in roaming che si recano in un Paese dell’UE sulle tariffe applicabili (base e alternative); aggiornano senza indebito ritardo i propri clienti in roaming sulle tariffe applicabili ad ogni variazione delle stesse; inviano a intervalli ragionevoli un richiamo a tutti i clienti che abbiano optato per tariffe diverse dalle nuove offerte.
  5. Il cliente deve essere pienamente informato circa la possibilità di poter recedere senza oneri e in qualsiasi momento da un’offerta alternativa a favore di quella base o di un’eventuale altra offerta alternativa.

Ovviamente seguiremo gli sviluppi e vi aggiorneremo non appena ci saranno novità da parte degli operatori interessati.

Via | Tariffando, 2

Like
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: