Apple non ha criptato il kernel in iOS 10: potrebbe essere la fine del Jailbreak [AGGIORNATO]

Apple è davvero decisa a fermare il Jailbreak una volta per tutte. La prima beta di iOS 10 infatti, non ha il Kernel crittografato, il che vuol dire che è possibile accedere ai meccanismi più interni del sistema operativo per trovare potenziali problemi.

kernel ios 10

C’è qualcuno che sostiene che si tratti di un bug, ma si tratterebbe di un bug veramente madornale ed altri che si dichiarano convinti che si tratti di una scelta intenzionale.

Il kernel costituisce il nucleo di un sistema operativo ovvero il software avente il compito di fornire ai processi in esecuzione sull’elaboratore un accesso sicuro e controllato all’hardware. Non crittografare il Kernel, non espone gli utilizzatori di iOS 10 a dei problemi di sicurezza, anzi rende sicuramente più semplice l’individuazione di bug e di problemi. Tuttavia la mancata crittografia permette anche ai più esperti di studiare come funziona il kernel di Apple e “scoprirne alcuni segreti”.

Da quest’ultima frase si potrebbe pensare: “allora anche gli hacker potranno capire com’è strutturato il kernel e saranno facilitati nel trovare un sistema per eseguire il jailbreak”. Tecnicamente tutto questo è corretto, ma non bisogna dimenticare che se è stato lasciato aperto ci saranno migliaia di sviluppatori ed esperti di sicurezza che, proprio come gli hacker, troveranno queste vulnerabilità e le segnaleranno ad Apple affinché vengano chiuse prima ancora che iOS 10 possa arrivare a tutti.

Proprio come gli exploit per il Jailbreak, anche i malware vengono creati sfruttando alcune vulnerabilità che con un kernel libero da crittografia sarà più facile sistemare prima del lancio di iOS 10 in versione finale. Insomma Apple è sempre più impegnata sulla sicurezza, probabilmente anche per far fede alla promessa fatta agli utenti in materia di privacy e la volontà (oltre che ai vari tentativi) di enti governativi come l’FBI di riuscire a sbloccare tutti gli iPhone che desiderano.

AGGIORNAMENTO: Dopo che la notizia è emersa, Apple ha confermato a TechCrunch di non aver voluto criptare il kernel in iOS 10 per una ragione:

La cache del kernel non contiene alcuna informazione sugli utenti, e non criptandola abbiamo la possibilità di ottimizzare le prestazioni del sistema operativo senza comprometterne la sicurezza.

Like
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: