Niantic spiega perché ha bloccato i servizi di terze parti relativi a Pokémon GO

Pokémon GO è senza dubbio il fenomeno del momento per quanto riguarda il mondo del mobile, con un numero di utenti attivi al giorno addirittura superiore a Twitter. Insieme al gioco, sono stati lanciati numerosi servizi paralleli nati con lo scopo di aiutare gli utenti a trovare più rapidamente e facilmente i Pokémon. Un recente aggiornamento dell’app ha però bloccato l’accesso a servizi di terze parti, come PokeVision.

pokemongo

I creatori del gioco hanno rilasciato una dichiarazione ufficiale sulla loro pagina Facebook, affermando che i servizi di terze parti “interferivano con il compito di mantenere alta la qualità del servizio per gli utenti e per portare Pokémon GO agli utenti di tutto il mondo“. Inoltre, Niantic ha confermato di aver rimosso la funzionalità “3-step”, utile per capire se si è vicini ad un Pokémon o meno, nel tentativo di migliorare la qualità del gioco.

Pokémon GO non è un’app estranea alle critiche, e il numero di utenti attivi diminuisce di giorno in giorno, ma il successo tra gli utenti è comunque molto forte.

Via

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: