Come installare WhatsApp Beta sul vostro iPhone senza il jailbreak | Guida

Grazie alla guida sottostante potrete installare le versioni beta di WhatsApp, senza la necessità di avere un dispositivo jailbroken. In questo modo avrete l’accesso anticipato a tutte le novità in arrivo sul popolarissimo servizio di messaggistica. Scopriamo dunque tutti i dettagli a riguardo in questo nostro articolo dedicato.

Whatsapp beta

Partiamo subito elencando alcune limitazioni di questo procedimento d’installazione, per mettere in chiaro l’impegno richiesto dagli utenti:

  • Bisogna ripetere questa procedura ogni 7 giorni, altrimenti non sarà possibile utilizzare l’applicazione. Questo non dovrebbe essere un problema in quanto le beta di WhatsApp si aggiornano ogni 1-2 giorni, quindi se volete avere sempre la versione aggiornata dovrete ripetere il procedimento anche ogni giorno.
  • Non è possibile aggiornare le beta direttamente dall’iPhone, ma bisogna necessariamente connettersi al PC con Impactor
  • Attualmente la versione 2.16.10.57 non funziona su iOS 9, sembra invece funzionare bene su iOS 10. Inoltre su iOS 10 certi utenti hanno riscontrato dei problemi con le notifiche.
  • Non potete effettuare il downgrade dell’applicazione perché rischiate di perdere tutte le vostre conversazioni. Per mantenere le conversazioni ed utilizzare WhatsApp Beta c’è la nota a fine articolo.

Ecco invece alcuni rischi che riteniamo importanti da segnalare:

  • iSpazio non è responsabile delle eventuali conseguenze prese da WhatsApp per l’installazione delle beta. Il ban potrebbe essere una delle soluzioni peggiori, ma non crediamo che possa sopraggiungere, anche perché dovrebbero bannare troppi utenti.
  • WhatsApp potrebbe funzionare male o non funzionare affatto

Ora invece vi elenchiamo l’occorrente per eseguire la procedura completa:

  • Un PC o un Mac.
  • Un Apple ID valido. Se non volete utilizzare il vostro per motivi di privacy, potete anche creare uno appositamente per la procedura.
  • Cydia Impactor che potete scaricarlo da questo indirizzo

Bene, dopo aver elencato le limitazioni, rischi e requisiti possiamo finalmente procedere con la procedura d’installazione. È altamente consigliato effettuare un backup delle vostre chat su iCloud tramite la consueta opzione presente all’interno di WhatsApp.

  1. Scaricate WhatsApp beta dal PC da questo indirizzo
  2. Estraete Cydia Impactor ed avviatelo
  3. Collegate il vostro iPhone al computer
  4. Spostate l’applicazione WhatsApp beta appena scarsità all’interno di Cydia Impactor
  5. Inserite il vostro Apple ID quando vi verrà richiesto. Questo servirà per firmare l’applicazione. Così facendo WhatsApp beta verrà automaticamente installato sul vostro dispositivo. Se riscontrate degli errori, probabilmente avete sbagliato i dati dell’Apple ID
  6. Sul vostro dispositivo aprite le Impostazioni > Generali > Gestione dispositivo dove dovrete abilitare il profilo da sviluppatore appena inserito grazie ad Impactor. È necessaria una connessione ad internet per farlo.
  7. Adesso potete utilizzare WhatsApp beta

Come detto in precedenza, bisogna ripetere la procedura ogni 7 giorni per firmare il nuovo certificato, che permette l’installazione dell’applicazione. Ovviamente se nel frattempo esce una nuova versione è consigliabile installare direttamente l’ultima disponibile.

NOTA: Il link di download della versione più recente di WhatsApp beta è sempre questo. Vi conviene dunque salvarlo e continuare ad utilizzarlo per le prossime versioni.

NOTA 2: WhatsApp ha applicato alcune protezioni per firmare le versioni beta scaricate. Per questo motivo, l’unico modo per mantenere le chat della vostra cronologia e utilizzare WhatsApp beta è:

  1. Effettuare il backup utilizzando WhatsApp ufficiale
  2. Installare la beta, ma senza ripristinare la cronologia della chat, in modo da utilizzare una diversa cronologia della chat nella beta
  3. Quando sarà rilasciata la versione ufficiale, quindi quella disponibile su App Store, è possibile installarla e recuperare la cronologia chat precedente

Via | WABetaInfo

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: