GUIDACome installare macOS Sierra in maniera pulita da una penna USB | Guida iSpazio [Video]

macOS Sierra è finalmente disponibile al download e molti avranno già aggiornato. Oltre all’aggiornamento esiste anche un’altro modo di installare il nuovo sistema sul proprio Mac, ovvero inizializzare il tutto e procedere ad una installazione pulita. Di seguito andiamo a vedere come procedere all’installazione tramite una penna USB.

macos-sierra-penna-usb

Guida e Requisiti per l’installazione pulita di macOS Sierra da USB

macOS Sierra è compatibile con i seguenti Mac:

  • iMac (fine 2009 o più recenti)
  • MacBook (fine 2009 o più recenti)
  • MacBook Pro (2010 o più recenti)
  • MacBook Air (2010 o più recenti)
  • Mac Mini (2010 o più recenti)
  • Mac Pro (2010 o più recenti)

Guida preparazione pendrive

  1. Effettuare un salvataggio dati tramite backup Time Machine o salvando i dati direttamente a mano su un HDD esterno.
  2. Scaricare macOS Sierra dal Mac AppStore
    Immagine per macOS Sierra

    macOS Sierra

    Apple Distribution International
    Gratuiti
  3. Connettere una pendrive USB da almeno 8GB già formattata al vostro Mac e rinominatela SenzaTitolo
    schermata-2016-09-19-alle-13-15-21
  4. Per effettuare questa procedura dovete assicurarvi che l’installer di macOS Sierra sia nominato esattamente Installazione macOS Sierra.app (il .app potrebbe non essere visibile nel nome dell’applicazione) e che sia posizionata all’interno della cartella Applicazioni (dove dovrebbe essere stata originariamente scaricata).
    schermata-2016-09-19-alle-13-17-00
  5. Aprite l’applicazione Terminale, incollate ed eseguite la seguente riga di codice:
     sudo /Applications/Install\ macOS\ Sierra.app/Contents/Resources/createinstallmedia --volume /Volumes/SenzaTitolo --applicationpath /Applications/Install\ macOS\ Sierra.app/

    schermata-2016-09-19-alle-13-19-06

  6. Il terminale a questo punto vi chiederà di inserire la password, inseritela senza problemi, non preoccupatevi se durante l’inserimento non vedrete muoversi il cursore sulla schermata del terminale e digitate INVIO.
  7. A questo punto potrebbe chiedervi se siete sicuri di voler formattare la pendrive, anche qui dovete scrivere per confermare e digitate INVIO.
    schermata-2016-09-19-alle-13-19-26
  8. A questo punto l’operazione andrà avanti per qualche minuto, non preoccupatevi se non vedete nulla, fate lavorare il sistema, al termine della procedura dovreste vedere il comando Done. A questo punto il passaggio è quasi completato.
    schermata-2016-09-19-alle-13-21-49
  9. Ora potete estrarre la pendrive appena creata come di consueto.

Guida installazione macOS Sierra

Dopo aver realizzato la nostra pendrive USB con l’installer di macOS Sierra è arrivato il momento di procedere alla vera e propria installazione del sistema, dove inizialmente dovremo andare a formattare il nostro HDD.

  1. Colleghiamo la nostra pendrive USB al mac
  2. Avviamo il sistema e subito dopo teniamo premuto il pulsante alt ( SIMBOLO ) e aspettiamo fino a quando su schermo non appariranno i simboli degli HDD e selezioniamo quello di colore arancione che simboleggia il disco esterno USB che abbiamo collegato.
  3. Attendiamo il caricamento del sistema di installazione, inizialmente apparirà il simbolo della mela con sotto la barra di caricamento. Questa procedura potrebbe durare diversi minuti, a seconda del tipo di pendrive che stiamo utilizzando.
    schermata-2016-09-20-alle-01-31-58
  4. Dopo aver atteso il caricamento, ci verrà chiesto di scegliere la lingua del sistema di installazione.
    schermata-2016-09-20-alle-01-37-35
  5. Successivamente si aprirà il pannello di Utility macOS, dove avremo la possibilità di eseguire diverse operazioni. La nostra necessità in questo step è quella di inizializzare il disco, quindi apriamo Utility Disco.
    schermata-2016-09-20-alle-01-38-46
  6. A questo punto basterà selezionare in alto a sinistra, nell’elenco dei dischi, il nostro HDD/SSD (in genere equivale alla prima opzione) e successivamente dovrete cliccare sul pulsante in alto Inizializza
    schermata-2016-09-20-alle-01-41-18
  7. Come potrete vedere il sistema vi permetterà di creare più partizioni in base alle vostre esigenze semplicemente cliccando su +. Per il momento a noi interessa creare una unica partizione dove installare il sistema pulito quindi sarà necessario inserire in primis il nome della partizione, che di default dovrebbe essere Macintosh HD la nomenclatura che viene data di default su tutti i Mac e vi consigliamo di mantenerla per non incorrere in problemi futuri. La seconda opzione è il formato del disco che deve essere OBBLIGATORIAMENTE: Mac OS Extended (Journaled) ed infine, se volete lasciare tutto lo spazio del disco nella partizione di base potete ignorare il campo Dimensioni e procedere cliccando su Applica.
    ATTENZIONE: Prima di procedere all’inizializzazione del disco vi consiglio di ricontrollare il backup dei dati effettuato che sia completo e andato a buon fine in modo da non rischiare di perdere dati sensibili.
    schermata-2016-09-20-alle-01-46-36
  8. A questo punto potete chiudere la finestra di Utility Disco cliccando sulla x in alto a sinistra e tornerete alla schermata di Utility macOS che vi avevamo proposto in precedenza, al punto 5. A questo punto possiamo procedere con l’installazione del sistema, quindi clicchiamo su Installazione macOS
    schermata-2016-09-20-alle-01-48-47
  9. Abbiamo terminato gli step. A questo punto non dobbiamo fare altro che cliccare su Continua per poi procedere affermativamente a tutte le richieste, selezionare la nostra partizione Macintosh HD appena realizzata e si avvierà l’installazione che richiederà dai 20 ai 40 minuti, in base alla tipologia di disco installato nel vostro Mac.
    schermata-2016-09-20-alle-01-50-51

Video Guida:

Se non siete fan del Terminale, ecco una video guida passo passo che vi illustrerà un metodo alternativo a quello proposto qui sopra.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
3
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: