Vodafone partner del Ministero del Lavoro, servizi di connettività e fibra a 1 Gbps

Siglato l’accordo tra Vodafone e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Vodafone ancora una volta partner di innovazione.

vodafone

Alcuni comunicati stampa ci mettono a conoscenza che nella giornata di oggi Vodafone ha siglato un importante accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. La firma di questo primo contratto per la fornitura di servizi di connettività dati per la pubblica amministrazione, fa parte del più vasto progetto della gara Consip per il Sistema Pubblico di Connettività, che consente alle Pubbliche amministrazioni, coerentemente con le recenti normative in materia di appalti e contenimento della spesa pubblica, di avere Vodafone come proprio partner.

Il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali potranno, grazie alla connettività offerte dall’operatore rosso, assicurare servizi efficaci e più veloci. Diversi gli enti pubblici che usufruiranno dei servizi Vodafone nel loro processo di digitalizzazione, tra cui: il Consiglio di Stato, il ministero dell’Interno, il ministero della Salute, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Mmnistero dei Beni e delle Attività culturali, la Guardia di Finanza, l’Istituto nazionale di statistica (Istat), ecc.

MA non è tutto, in ben 8 distretti industriali italiani ad alto valore competitivo, Vodafone porta la Fibra ad 1 Gbps con rete propria Fiber to the Home (FTTH) e rende disponibile la fibra con tecnologia Fiber to the Enterprise (FTTE) fino a 10 Gbps anche alle PMI in tutta Italia, vale a dire la possibilità di portare collegamenti ad altissima velocità direttamente alle sedi delle aziende sfruttando al massimo la rete Vodafone, sia mobile che fissa, fino a una velocità di connessione di 10 Gbps.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
172
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: