Ecco i risultati fiscali Apple del quarto trimestre 2016! Ricavi per 46,9 miliardi di dollari e 45,5 milioni di iPhone venduti

Dopo tre mesi dagli ultimi risultati è il momento del quarto trimestre 2016. Apple come di consueto ha appena rilasciato tramite un comunicato stampa i risultati del quarto trimestre del 2016. Si parte con un ricavo di 46,9 miliardi di dollari, un totale di 45,5 milioni di iPhone venduti, 9,2 milioni di iPad venduti e 4,8 milioni di Mac venduti.

ispazio

Apple ha venduto 45,5 milioni di iPhone durante il trimestre, dato da comparare rispetto ai 48,04 milioni di iPhone venduti nello stesso periodo fiscale dello scorso anno, un diminuzione del 5%. Apple ha venduto anche 9,2 milioni di iPad da comparare rispetto ai 9,8 milioni di iPad venduti nello stesso periodo fiscale dello scorso anno, con una decrescita del 6%. Venduti 4,8 milioni di Mac nel trimestre dato da comparare rispetto ai 5,7 milioni di Mac venduti nello stesso periodo fiscale dello scorso anno, con una decrescita del 14%.

schermata-2016-10-25-alle-22-49-20

Il trimestre di settembre segna un risultato importante nell’anno fiscale 2016 per Apple, ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. Siamo elettrizzati della risposta dei nostri clienti ad iPhone 7, iPhone 7 Plus e Apple Watch Serie 2, così come per l’incredibile quantità dei risultati dei servizi business, dove il fatturato è cresciuto del 24%, record di tutti i tempi.

L’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 46,9 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 9 miliardi di dollari, pari a 1,67 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 51,5 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 11,1 miliardi di dollari, pari a 1,96 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 38 percento, rispetto al 39,9 percento registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 62 percento del fatturato trimestrale.

schermata-2016-10-25-alle-22-56-46

Apple fornisce la seguente guidance per il primo trimestre del proprio anno fiscale 2017:
  • fatturato fra i 76 miliardi di dollari e i 78 miliardi di dollari
  • margine lordo fra il 38 percento e il 38,5 percento
  • spese operative fra i 6,9 miliardi di dollari e i 7 miliardi di dollari
  • altre entrate/(spese) di 400 milioni di dollari
  • aliquota fiscale del 26 percento

Il Consiglio di Amministrazione di Apple ha dichiarato un dividendo cash di 0,57 dollari per azione delle azioni ordinarie della Società. Il dividendo è pagabile il 10 Novembre 2016 agli azionisti registrati alla chiusura delle attività il 7 Novembre 2016.

.

Note della conference call dei risultati trimestrali

  • Cook: Grazie ad Apple Music il fatturato del settore musicale è aumentato del 22%
  • Cook: Apple Pay continua ad andare bene, lanciato ieri in Giappone, nel Q4 sono aumentate del 500% le transazioni rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, i paesi attualmente con il servizio attivo sono 12.
  • Cook: La domanda di iPhone 7 e iPhone 7 Plus è nettamente superiore rispetto alle disponibilità, stiamo lavorando per migliorare la linea di assemblaggio, non abbiamo mai visto così tanti clienti passare da Android ad iOS.
  • Cook: I dispositivi Home Kit saranno più di 100 entro la fine di quest’anno.
  • Maestri: Ottimi risultati in diversi paesi come in Cina, India, America Latina e Medio Oriente, in Cina si aspettano miglioramenti nei prossimi mesi, soprattutto nel mese di Dicembre.
  • Maestri: 45,5 milioni di iPhone venduti lungo il trimestre, alla fine del trimestre circa 2,7 milioni di iPhone erano in fase di consegna.
  • Maestri: AppStore continua ad avere una crescita dei ricavi per il quinto trimestre consecutivo
  • Maestri: Per i Mac è stato un anno piatto e difficile, gli iPad invece hanno avuto successo, l’82% del mercato dei tablet è costituito da iPad. Il 94% dei clienti è soddisfatto di iPad
  • Maestri: Apple si aspetta un 76 e 78 miliardi di dollari di ricavo nel prossimo trimestre, sopra ai 75,6 miliardi dello scorso anno.

Domande dei giornalisti

  • Gene Munster: “Quale vantaggio potrebbe avere Apple nel mondo delle automobili?”
    Tim Cook: ” Nel mondo delle automobili ci sono moltissime tecnologie che saranno disponibili in futuro e che potranno rivoluzionare il mondo delle automobili. Certamente nulla da annunciare oggi”
  • Katie Hubert: “Ci potete dare una prospettiva riguardo nuove acquisizioni?”
    Tim Cook: “Siamo aperti alle acquisizioni di valore significativo che possano migliorare i nostri prodotti”
  • “Abbiamo visto interesse riguardo al TV, novità a riguardo?”
    Tim Cook: “Abbiamo iniziato con alcuni contenuti originali. E’ una buona opportunità per noi sia da un punto di vista creativo che da proprietari. E’ sicuramente un argomento che ci interessa molto.”
  • “Tim, abbiamo visto un aumento di interesse riguardo l’intelligenza artificiale in prodotti come Google Home e Amazon Echo e c’è anche Siri. Cosa pensi al rapporto tra AI e sicurezza?”
    Tim Cook:” Penso che alla gente piace avere un assistente sempre disponibile. Viviamo in una società mobile. Le persone si muovono costantemente tra casa e lavoro e piace fare tante cose. Il vantaggio di avere un assistente sul telefono è che lo trovi sempre con te, ovunque. Questo non vuol dire che non c’è un mercato interessante per l’assistente in casa, ma penso che da un punto di vista dell’armonia sia più utile un assistente su un telefono. Infatti, se oggi guardate Siri, che è stato migliorato con iOS 10 e sul Mac, abbiamo circa 2 miliardi di richieste a settimana. Siri è veramente grande, e per quanto ne sappiamo, abbiamo venduto più dispositivi con assistenti di tutti gli altri. Il nostro focus è il mondo intero, non sono gli US, ma spedire un’ottima esperienza globalmente. Mettiamo molto di noi in quello che facciamo. In termini di equilibrio tra AI e privacy, la questione è molto lunga, ma dall’alto penso che sia un falso compromesso che la gente possa pensare di rinunciare alla privacy per permettere ad una AI di fare cose per loro. A noi non piace. Si può fare in modo diverso, potrebbe richiedere un diverso modo di pensare, ma non penso che dovremmo buttare via la nostra privacy. E’ come il vecchio dibattito tra privacy e sicurezza, non dovrebbe essere una questione di scelta. “
Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
1011
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: